Normalmente nell’informatica si parla principalmente di hardware e periferiche. Raramente si parla di un elemento molto importante per il nostro sistema, la pasta termica. Questo composto che viene installato sul processore permette il trasferimento efficiente del calore dal processore al dissipatore. Le schede grafiche hanno già la pasta termica applicata tra il DIE della GPU e il dissipatore stesso.


Cos’è la pasta termica e a cosa serve?

La pasta termica potrebbe essere definita come un composto termicamente conduttivo che non conduce elettricità. Questo composto ha normalmente una certa densità e spessore, non è un composto liquido. Normalmente questo composto ha un colore grigiastro, anche se ce ne sono anche di bianchi. Può assumere la forma di una siringa applicatrice, anche se si può trovare anche in bustine, come le bustine di zucchero in barrette.

Il suo scopo è quello di aiutare nel trasferimento di calore tra il processore e il dissipatore. È importante utilizzarlo per migliorare la superficie di contatto tra il processore e il dissipatore. Perché la superficie del processore e il fondo del dissipatore non sono completamente piatti. La pasta finisce per coprire le imperfezioni e aumentare la superficie di trasferimento del calore.

Fondamentalmente lo scopo dell’impianto termico è quello di aiutare la dissipazione del calore. Se non ci fosse un trasferimento di calore sarebbe meno uniforme ed efficiente, generando problemi di stabilità nel sistema.


Tipi di paste termiche

Pasta con base in ceramica

Si caratterizza per essere bianco, molto semplice da applicare e molto economico. Di solito è a base di siliconi che vengono miscelati con polvere di ceramica. È il più elementare ed è solitamente incluso nei processori a basso costo. Non è uno dei migliori nel trasferimento del calore, quindi non è raccomandato per i sistemi pesanti.


Incolla con base in metallo

pasta-termica-metalica-1

Questo viene realizzato per mezzo di un silicone a cui viene aggiunto un metallo, di solito argento. Ha proprietà migliori rispetto alla pasta a base di ceramica, anche se è anche più costosa. Questo ha un importante svantaggio ed è che, contenendo un metallo, conduce l’elettricità, quindi dobbiamo applicare la giusta quantità in modo che non si rovesci e quindi evitare problemi elettrici come i cortocircuiti.


Pasta a base di carbonio

pasta-termica-carbono

Di solito è il più comune e il più consigliato. Ha anche una base in ceramica, che contiene carbonio, che gli conferisce una maggiore durata e di solito è un po’ meglio di quelle a base di ceramica.


Metallo liquido

pasta-termica-metal-liquido

Sono a base di gallio e indio, due metalli a basso punto di fusione che si nutrono di alluminio. Non può essere installato su dissipatori la cui base è in alluminio invece che in rame.

Non è possibile rimuovere il dissipatore di calore dal processore quando è freddo, in quanto si solidifica e si “attacca” ad esso


Pad termico

pasta-termica-thermal-pad

Neanche questa è una pasta termica, anche se la sua funzione è più o meno la stessa. I cuscinetti termici sono solitamente utilizzati nei transistor di regolazione della tensione degli alimentatori. Di solito sono fatti di grafica o di silicio e sono forse i più inefficienti di tutti quando si tratta di trasferimento di calore.

Sono spesso utilizzati in elettronica o nei test di diversi chip, per verificare il loro corretto funzionamento. Questo perché sono puliti, non lasciano residui sul processore o sul dissipatore e sono riutilizzabili (in una certa misura).


Cosa è meglio il tampone termico o la pasta termica

La risposta semplice è che la pasta termica è meglio dei tamponi termici. Ma come per tutto, ci sono sempre delle considerazioni da fare. Se vogliamo verificare se un processore funziona correttamente, possiamo usare un tampone termico, più facile da indossare e da togliere, e senza macchie.

Per un sistema assemblato che funziona, la pasta termica è migliore, purché sia diversa dalla ceramica. I tamponi termici sono più o meno simili nel trasferimento di calore alla pasta ceramica. Se confrontiamo le pastiglie termiche con il resto delle paste termiche, esse si trovano in una posizione di costoso svantaggio, non solo per quanto riguarda la capacità di trasferimento del calore, ma anche per quanto riguarda la durata.


Cosa succede se non installiamo la pasta termica?

Come abbiamo spiegato, la pasta termica ha la funzione di migliorare il trasferimento di calore tra il processore e il dissipatore. Se non è presente, la superficie di contatto si riduce notevolmente. Ciò è dovuto al fatto che l’elemento metallico che ricopre il processore e la parte inferiore del dissipatore non sono perfettamente lisci, hanno delle imperfezioni.

Queste imperfezioni riducono la capacità di trasferire il calore e quindi si accumula più calore nel processore. Questo fa sì che il processore lavori ad una temperatura più alta, anche spegnendo il sistema. Per evitare danni al processore, se si raggiunge una certa temperatura, il processore viene “disattivato” e il computer viene spento.


Quando la pasta termica deve essere cambiata

Qui entrano in gioco molti fattori. Il primo fattore è l’uso del sistema, poiché maggiore è la quantità di utilizzo, maggiore è il degrado del sistema. Un uso troppo limitato può anche essere negativo per la pasta termica, in quanto potrebbe perdere le sue proprietà a causa di lunghi periodi di non utilizzo.

I produttori di solito indicano sulla scatola la durata della pasta termica nella confezione stessa. Se facciamo un uso normale del sistema, si consiglia di cambiare la pasta termica una volta all’anno. Per gli utenti che fanno relativamente poco uso del sistema o che non eseguono carichi pesanti come giochi o applicazioni impegnative, potrebbe essere esteso a due anni.

Un indicatore che indica che la pasta termica deve essere cambiata è un eccesso di temperatura. Se registriamo temperature più elevate di quelle inizialmente registrate, potrebbe essere necessario modificare la pasta termica. Se viene eseguita un’operazione o un’impostazione pesante e il sistema viene spento, ciò potrebbe indicare temperature elevate e potrebbe essere necessario un cambio di pasta termica.


Come viene applicata la pasta termica nel processore

Questa è la domanda che genera più discordia nel mondo dei computer. Alcuni diranno di disegnare una lama sul processore, altri diranno un po’ al centro e altri ancora un po’ al centro e lo espanderanno. Entrambe le opzioni vanno bene. L’unica cosa da considerare è di non applicare troppa pasta termica, in quanto ciò è controproducente.

Robert Hallock, ingegnere capo di AMD ha detto che il modo migliore per mettere la pasta termica su un processore Ryzen è quello di fare una lama. Reddit era in fiamme con la risposta e le opinioni sono state generate per tutti i gusti.

Alcuni dissipatori possono avere la pasta termica applicata direttamente sul fondo

aplicacion-pasta-termica-procesador

Cosa succede se si mette troppa pasta termica nel processore

Quello che non si dovrebbe mai fare è applicare una pasta termica eccessiva. Le siringhe hanno normalmente diversi usi, i produttori lo indicano sulla scatola e aggiungono anche delle marcature che indicano la quantità ottimale. Se si mette troppo, si crea un ‘muro’ tra il processore e il dissipatore di calore. Il trasferimento di calore sarà molto cattivo e si avranno grossi problemi di temperatura.

Ricordate che la pasta termica ha la funzione di ‘sigillare’ le imperfezioni del coperchio del processore e della base del dissipatore.


Come pulire la pasta termica

Normalmente si raccomanda di applicare un po’ di alcool sulla pasta termica e di pulirla con un tampone di carta morbida o di cotone. L’alcol riduce lo spessore della pasta termica e la fa sparire più facilmente. L’alcool viene utilizzato al posto dell’acqua perché evapora rapidamente e non lascia residui minerali.

Alcuni produttori, come Noctua, offrono salviette detergenti per la pasta termica.

Noctua NA-SCW1, Salviettine per la pulizia della pasta termica (20 unità)

  • Salviettine detergenti per rimuovere i composti termici come NT-H2 o NT-H1 di Noctua
  • Ideale per pulire la superficie di contatto del dissipatore di calore così come CPU, GPU o altri chip
  • Pre-bagnato con una miscela detergente specifica per una pulizia facile ed efficiente
  • Grazie alle sue grandi dimensioni (15×12 cm), una sola passata è sufficiente per pulire sia il chip che il dissipatore di calore
  • La confezione contiene 20 salviettine confezionate singolarmente

Qual è la migliore pasta termica

È molto difficile indicare quale sia la migliore pasta termica sul mercato, poiché dipende dall’uso e dal processore. Se ci rivolgiamo a produttori noti, nel migliore dei casi la variazione può essere di 3-5ºC tra di loro. Vi lasciamo una selezione di quelle che ci piacciono di più e che abbiamo usato.

Arctic MX-4 2019 Edition – Composto termico di microparticelle di carbonio, pasta termica per qualsiasi ventola della CPU – 4 grammi

  • Qualità comprovata: il design dei contenitori è cambiato nel corso degli anni; la formula della composizione è rimasta invariata, le paste mx hanno sempre rappresentato prestazioni e qualità elevate
  • Alte prestazioni: composto da microparticelle di carbonio, raggiunge un’elevata conducibilità termica; assicura che il calore da cpu o gpu venga dissipato in modo rapido ed efficiente, anche in overclocking
  • Applicazione sicura: non contenendo particelle metalliche, la conducibilità elettrica non è un problema; garantisce che il contatto con qualsiasi parte elettrica non causi danni
  • Elevata durabilità: a differenza del composto termico metallo-silicone, le prestazioni di mx-4 non cambiano nel tempo; una volta applicato, non è più necessario applicarlo, in quanto durerà per più di 8 anni
  • Ottenere di più per meno: questo composto termico ad alte prestazioni è perfetto per i costruttori di sistemi; l’mx-4 supererà le vostre aspettative grazie al suo basso prezzo

Thermalright TF8 13.8 W/mK, a base di carbonio ad alte prestazioni, pasta per dissipatore di calore, CPU per tutti i raffreddatori, 2 g

  • [Alta conducibilità termica]: composta da microparticelle di carbonio che portano ad una conducibilità termica estremamente elevata. Assicura che il calore generato dalla CPU o dalla GPU sia dissipato in modo efficiente.
  • Applicazione sicura]: TF8 è privo di metallo ed elettricamente non conduttivo, il che elimina qualsiasi rischio di cortocircuito e aggiunge ulteriore protezione alla CPU e alle schede VGA.
  • Alta durabilità]: a differenza del composto termico metallo-silicio, il TF8 non scende a compromessi in termini di tempo. Una volta applicato, non ha bisogno di essere riapplicato in quanto durerà per almeno 8 anni.
  • Facile da applicare]: Con una consistenza ideale, il TF8 è molto facile da usare, anche per i principianti.
  • [Composto termico]: formula, TF8 assicura un’eccezionale dissipazione del calore dai componenti e supporta la stabilità necessaria per spingere il sistema al limite.

 

Corsair XTM50 – CPU/GPU Pasta termica (ad alte prestazioni, bassissima impedenza termica, base di ossido di zinco premium, include applicatore e spandiconcime), 5 grammi

  • Entusiasta del CPU Thermal Compound: composto termico Premium a base di ossido di zinco per prestazioni termiche ottimali
  • Raffreddare CPU e GPU: applicare un composto termico (o sostituire quello esistente) alla CPU e alla GPU per migliorare il trasferimento di calore e ridurre la temperatura
  • Miglioramento del raffreddamento della CPU: l’impedenza termica ultra-bassa riduce ulteriormente la temperatura della CPU rispetto alla pasta termica standard
  • Facile installazione: l’applicatore e lo spandiconcime XTM50 sono inclusi, per una corretta applicazione senza alcun dubbio nel vostro CPU cooler
  • Tutto coperto: la bassa viscosità dell’XTM50 permette un facile riempimento delle abrasioni e dei canali microscopici per il massimo trasferimento di calore

Arctic Silver – Pasta termica ad alta densità (3,5 g), argento

  • Arctic Silver 5 contiene oltre l’88% di riempitivo termoconduttivo in peso. Oltre all’argento micronizzato, Arctic Silver 5 contiene anche ossido di zinco sub-micronico, ossido di alluminio e particelle di nitruro di boro.
  • Con il suo esclusivo riempitivo in argento micronizzato e le particelle ceramiche termoconduttive potenziate, Arctic Silver 5 offre un nuovo livello di prestazioni e stabilità.
  • Lo strumento bonus vi sarà utile invece di sporcarvi le mani.
  • Temperatura del nucleo della CPU a pieno carico da 3 a 12 gradi Celsius inferiore a quella dei composti termici standard o delle piastre di riscaldamento se misurata con un diodo termico calibrato incorporato nel nucleo della CPU
  • Area di copertura: una siringa da 3,5 grammi contiene abbastanza composto da coprire almeno 15-25 piccoli nuclei di CPU, o 6-10 grandi nuclei di CPU, o 2-5 termocuscinetti. Con uno spessore di 0,003 pollici, la siringa da 3,5 grammi coprirà circa 16 pollici quadrati.

Innovation Cooling LLC IC – Tampone riscaldante in grafite 30 X 30

  • Riutilizzabile: il pad può essere riutilizzato più volte senza perdita di prestazioni.
  • Soluzione modulare allo stato solido: la grafite pura al 100% non contiene liquidi, quindi non può essere essiccata, pompata o cotta come pasta termica.
  • Campo di funzionamento ineguagliabile in termini di temperatura: da -200 C a +400 C.
  • Eccezionale durata e stabilità, prestazioni termiche superiori: 35 W/m-k.