Telegram è stato bandito in Brasile per la ragione più stupida

Il fondatore e CEO di Telegram ha appena pubblicato una dichiarazione in merito il motivo per cui la Corte Suprema del Brasile ha sospeso il ricorso in quel paese.

Nel comunicato, che potete leggere integralmente qui sotto o sul canale Telegram, si dice che è perché la tua azienda stava controllando la posta elettronica all’indirizzo sbagliato.

“Sembra che abbiamo avuto un problema con le e-mail che andavano tra i nostri indirizzi aziendali di telegram.org e la Corte Suprema brasiliana”dice il CEO, proseguendo spiegando che la sua azienda ha chiesto al tribunale di inviare future richieste di rimozione dei contenuti “a un indirizzo email dedicato”.

Ma la corte non l’ha fatto, ma ha continuato a usare “il vecchio indirizzo email generico”e Telegram non li ha visti, quindi l’app è ora sospesa, a meno che il tribunale non abbia pietà.

La società afferma di aver già trovato quelle e-mail (il che implica che il vecchio indirizzo almeno funzionava) e sta cercando di porre rimedio alla situazione con il tribunale.

Sembra che abbiamo avuto un problema con le e-mail tra i nostri indirizzi aziendali di telegram.org e la Corte Suprema del Brasile. A causa di questa mancanza di comunicazione, la Corte ha deciso di vietare Telegram per la sua mancata risposta.

A nome del nostro team, mi scuso con la Corte Suprema del Brasile per la nostra negligenza. Avremmo sicuramente potuto fare un lavoro migliore.

Abbiamo rispettato una precedente decisione del tribunale a fine febbraio e abbiamo risposto con il suggerimento di inviare future richieste di rimozione a un indirizzo e-mail dedicato. Sfortunatamente, la nostra risposta deve essere andata persa, perché la Corte ha utilizzato il vecchio indirizzo e-mail generico nei successivi tentativi di contattarci. Di conseguenza, abbiamo perso la loro decisione dell’inizio di marzo, che conteneva una richiesta di rimozione dei contenuti. Fortunatamente, ora l’abbiamo trovata e perseguita, presentando oggi un altro rapporto al Tribunale.

Dato che decine di milioni di brasiliani si affidano a Telegram per comunicare con la propria famiglia, amici e colleghi, chiedo alla Corte di considerare di rinviare di qualche giorno la sua decisione a sua discrezione per permetterci di porre rimedio alla situazione nominando un rappresentante in Brasile e stabilire un quadro per reagire a problemi urgenti futuri come questo in modo accelerato.

Le ultime 3 settimane sono state senza precedenti per il mondo e per Telegram. Il nostro team di moderazione dei contenuti è stato sopraffatto dalle richieste di più parti. Tuttavia, sono fiducioso che una volta stabilito un canale di comunicazione affidabile, saremo in grado di elaborare efficacemente le richieste di rimozione dai canali pubblici illegali in Brasile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.