Huawei ha negato di ricevere 75 miliardi di dollari di aiuti finanziari dal governo cinese

Secondo il Wall Street Journal, il governo cinese ha concesso fino a 75 miliardi di dollari di assistenza finanziaria a Huaweipermettendo all’azienda di spendere più liberamente di quanto avrebbe potuto fare altrimenti.

Utilizzando una combinazione di registrazioni pubblicamente disponibili, il WSJ stima che Huawei abbia ricevuto 46 miliardi in prestiti e linee di credito dei finanziatori controllati dallo Stato, così come 1,6 miliardi di dollari in sovvenzioni. La società è stata anche in grado di risparmiare fino a 25 miliardi di dollari di tasse tra il 2008 e il 2018 grazie a incentivi rivolti alle aziende tecnologiche cinesi e all’acquisto di terreni per 2 miliardi di dollari.

Come previsto, Huawei ha risposto alle accuse del giornale:

“Ancora una volta, il Wall Street Journal ha pubblicato falsità su Huawei sulla base di informazioni false. Questa volta, le accuse selvagge sulle finanze di Huawei ignorano i nostri 30 anni di investimenti in ricerca e sviluppo che hanno guidato l’innovazione e l’industria tecnologica nel suo complesso. Ci riserviamo il diritto di intraprendere un’azione legale contro il Wall Street Journal per una serie di articoli disonesti e irresponsabili.

Huawei ha sottolineato che le sue spese per la ricerca e lo sviluppo sono la ragione del suo continuo successo, osservando che negli ultimi 30 anni ha speso dal 10 al 15 per cento del suo reddito annuo per lo sviluppo di nuove tecnologie e prodotti. Anche negato un trattamento speciale da parte del governo cinese.

via: Engadget

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *