Il futuro della divisione mobile di Huawei, almeno in Occidente, continua a mostrare un futuro incerto. Il veto degli Stati Uniti continua ad avere il suo peso, causando un calo delle spedizioni di smartphone di Huawei fino al 30% entro la fine del 2020. Nel frattempo, e dopo mesi di stallo, Huawei potrebbe aver visto il primo raggio di luce alla fine del tunnel, secondo le ultime informazioni provenienti dalla Cina.

Con le attuali sanzioni dell’amministrazione Trump, a Huawei è vietato acquistare processori o fabbricarli, a condizione che utilizzino la tecnologia americana. Questo nuovo veto ha peggiorato la situazione di Huawei, al punto da compromettere seriamente la continuità dei chip di Kirin, come abbiamo visto in precedenza.

Riprende il lavoro

Tuttavia, Huawei avrebbe potuto ricevere delle buone notizie dopo mesi di nuvole. Secondo la Financial Associated Press in Cina, la società americana Intel ha ricevuto una licenza per fare affari con Huawei. Inizialmente, questa notizia interesserebbe solo la divisione laptop dell’azienda cinese, che potrà avere processori Intel, ma apre la porta alla stessa cosa che accade nella sua divisione di telefonia mobile.

huawei bandera usa

Si prega di notare che anche Qualcomm ha richiesto la stessa licenza, al fine di continuare ad operare con Huawei. Tuttavia, non ci sono ancora notizie. Tuttavia, sembra che la pressione delle grandi aziende nordamericane, che hanno visto la loro attività ridursi, stia dando i suoi frutti. Questa notizia apre a Huawei una possibile via di fuga per ricevere l’ossigeno di cui ha tanto bisogno per la sopravvivenza della sua divisione mobile in occidente, che in ogni caso è stata duramente colpita.

Potrebbe creare un precedente

Se confermata, si aggiungerebbe alle notizie recenti su AMD, e la sua licenza temporanea per fare affari con le aziende cinesi che sono sulla lista nera negli Stati Uniti. Con questo sfondo, Qualcomm e altre compagnie statunitensi potrebbero rivendicare lo stesso accordo e il divieto di accordi con Huawei potrebbe essere riaperto.

potencia inteligencia procesador kirin huawei

Nel frattempo, la società cinese deve ancora rilasciare il nuovo Mate 40, come prossima grande uscita. Le ultime scommesse collocano la loro presentazione a metà del prossimo ottobre, poiché come altre aziende e aggiungendo i loro ostacoli dovuti al veto, anche l’azienda ha subito ritardi nella produzione dei loro nuovi dispositivi, che ancora una volta, arriveranno senza Google Services.