I lavoratori di Intel accusato l’azienda di dare priorità alla produzione di Cpu per la salute

Mentre molte aziende hanno visto ridotto la sua forza lavoro a causa del coronavirus, sembra che Intel non ha molto colpitoed è che i dipendenti della società ha accusato Intel la priorità la produzione di chip sopra la sicurezza dei propri dipendenti, il che significa che Intel sta costringendo la produzione di Cpu, dove le condizioni di lavoro in fabbrica non sono le migliori.

I lavoratori hanno riferito che Intel ha spinto a lavorare in grandi gruppi, senza l’adeguata attrezzatura di protezione come maschere per il viso o maschere per il viso. È stato riferito che alcuni dirigenti hanno detto che la regola di 2 metri di distanza può rompere, come lungo come il contatto è meno di 30 minuti. Abbiamo presentato quattro di queste denunce contro Intel. Per parte sua, Intel ha detto che dopo le denunce, gli ispettori dell’Amministrazione della Sicurezza sul lavoro e Health administration (OSHA) ha visitato le loro fabbriche sono stati lodati per le loro azioni.

“La priorità principale per Intel nella gestione della situazione di coronavirus è la tutela della salute e del benessere dei dipendenti, mentre si continua a lavorare e a fornire supporto ai nostri clienti in tutto il mondo. Questa è stata una situazione incredibilmente dinamico e senza precedenti, e abbiamo lavorato di imparare e di adattarsi il più velocemente possibile per essere in grado di continuare a proteggere i nostri lavoratori e le nostre comunità.

Incoraggiamo i nostri dipendenti a sollevare le loro preoccupazioni e lavorare sodo per risolverli rapidamente. Intel ha presentato formale risposte a reclami e agli ispettori OSHA visitate i nostri siti in Oregon, Arizona e Nuovo Messico. Non abbiamo ricevuto alcuna punizione, e gli ispettori OSHA visitato il nostro sito si è congratulato con noi per le nostre azioni.”

via: TechPowerUp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *