In Apple iniziano i licenziamenti: in incognito e via email, quanti sono?

Il 2023 è iniziato con un gran numero di licenziamenti in aziende del calibro di Google, Meta, Microsoft o Amazon. Parliamo di decine di migliaia di licenziamenti e il mese non è nemmeno finito. Le cifre dovrebbero essere molto elevate, poiché è già stato indicato che nella prima settimana di gennaio 2023 ci sono stati il ​​74% in più di licenziamenti rispetto all’intero mese scorso. Ora che sono trascorse un altro paio di settimane, sembra che sia il turno del Negozi al dettaglio Applesebbene questi non sono stati annunciati pubblicamente.

Abbiamo iniziato un 2023 pieno di dipendenti licenziati, come i 18.000 che ha espulso Amazzonia dai loro negozi di recente. Google da parte sua, si è conclusa con il licenziamento di 12.000 dei suoi dipendenti, mentre Microsoft Ha tagliato il suo bastone piuttosto gravemente. 10.000 dei suoi lavoratori sono fuori dall’azienda e, peggio ancora, ha colpito vari studi come 343 industrie, La Coalizione o Bethesda. Perdendo fino a un terzo dei suoi dipendenti, il il futuro dei giochi di Halo è preoccupante.

Apple si unisce alla tendenza ai licenziamenti, ma non annuncia cifre

Continuando la tendenza del 2023 delle aziende che annunciano ondate di licenziamenti, ora è il turno di Apple. Ed è così, l’azienda della mela morsicata sarà anche incaricata di effettuare tagli al proprio personale. Pertanto, è stato riferito che Apple ha iniziato a licenziare lavoratori temporanei al dettaglio al di fuori dei loro negozi fisici. È indicato che la società ha inviato e-mail per informare di ciò a diversi dipendenti che lavorano nei punti vendita Best Buy. La posta includeva un avviso di 30 giorni sui tuoi diritti in caso di licenziamento.

Apple e Best Buy assumono spesso dipendenti temporanei per ricoprire le posizioni per alcuni mesi prima di essere licenziati. In realtà non è qualcosa di nuovo o preoccupante a prima vista, ma a quanto pare il dettaglio sta nella mancanza di informazioni. Ed è quello, Apple non ha mai menzionato la cifra eppure, ci sono già diverse fonti che confermano i licenziamenti.

Apple sarà più esigente nell’assumere nuovo personale

marchio di mele

Si prospettano tempi difficili e il 2023 potrebbe essere un anno chiave per migliorare la situazione di Apple. Bene, come sappiamo, il covid ha colpito duramente la Cina e ha causato la chiusura delle fabbriche. Tra questi abbiamo la chiusura temporanea degli stabilimenti Foxconn a Zhengzhou, in Cina, a fine 2022. Ciò ha causato un diminuzione della produzione dei suoi iPhone 14 Pro e Pro Maxche sono appunto i modelli più venduti, mentre il iPhone 14 e iPhone 14 Plus non sono stati un successo in vendita.

Nel mezzo di tutta questa situazione, il CEO di Apple, Tim Cookha detto a novembre che rallenterebbe il processo di assunzione. Se a questo aggiungiamo i licenziamenti dei lavoratori, tutto indica che Apple lo sarà più esigente al momento dell’assunzione. Ora, per quanto riguarda i licenziamenti annunciati, probabilmente ne sapremo di più sulle cifre in seguito. Ma tutto indica che a causa della riduzione delle spedizioni di iPhone 14 Pro, i dipendenti che lavoravano nei negozi non erano necessari all’azienda.

La voce I licenziamenti iniziano in Apple: sotto copertura e via mail, quanti sono? appare per la prima volta in totalcomputer.it.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *