Intel acquisirà Tower Semiconductor per 6 miliardi di dollari

Secondo le ultime indiscrezioni del settore, Intel sta finalizzando l’acquisizione di Tower Semiconductor, una fonderia specializzata con una fabbrica di wafer da 150 mm, cinque da 200 mm e una da 300 mm. L’acquisizione aggiungerà numerosi clienti all’attività di fonderia di Intel e specialisti con una vasta esperienza al servizio di progettisti di chip fabless.

Come rivelato dal Wall Street Journal, Intel potrebbe annunciare l’intenzione di acquisire Tower Semiconductor per circa 6 miliardi di dollari questa settimana. Come risultato dell’acquisizione, Intel otterrebbe l’accesso a sette impianti di produzione di semiconduttori situato in tre paesi.

Nello specifico si tratta di una fabbrica di wafer da 150mm e 200mm in Israele; due stabilimenti da 200 mm negli Stati Uniti; e due stabilimenti da 200 mm + uno da 300 mm in Giappone. Le fabbriche in Giappone sono controllate da TPSCo, che è in comproprietà con Tower (51%) e Nuvoton (49%), quindi resta da vedere cosa accadrà a TPSCo dopo la transazione.

Tower è specializzata nella produzione di vari chip (analogici, sensori, MEMS, segnale misto, RFCMOS, fotonica del silicio, PMIC, ecc.) utilizzando tecnologie di processo cosiddette specializzate come BiCMOS, SiGe e SOI. Queste tecnologie non sono all’avanguardia, ma le applicazioni previste non devono utilizzare i nodi più recenti. Invece, la motivazione principale è quello di produrre grandi volumi in modo affidabile.

Tower compete con GlobalFoundries, Vanguard International Semiconductor e United Microelectronics Corp. Alcuni dei prodotti Intel sono fabbricati anche presso GlobalFoundries e UMC. Tower è il sesto più grande produttore di semiconduttori a contratto del settorecome rivelato dall’analista di mercato TrendForce, e le sue vendite annuali sono state di circa 1,3 miliardi di dollari nel 2020.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.