Per il software di benchmarking GeekBench 5 Compute (OpenCL) ha lasciato a che vedere con la AMD Radeon RX 5600M la versione portatile del Radeon RX 5600 che non ha nulla da invidiare alle esclusive Radeon Pro 5600M che possono trovare esclusivamente sul MacBook Pro da 16 pollici di Apple.


Il AMD Radeon Pro 5600M essa è basata sul silicio Navi 12che utilizza l’architettura RDNA 1.0 @ 7nm con 40 Unità di Calcolo che ci dà un totale di 2560 Processori Stream ad una frequenza di 1035 MHz che dà un rendimento teorico massimo a FP32 di 5.3 TFLOPs. Questo il silicio è accompagnato da 8 GB di memoria HBM2 @ 1540 MHz, accoppiato a un’interfaccia di memoria a 2048 bit, offre una larghezza di banda di 394 GB/s. Tutto questo è realizzato con un TDP di soli 50W.

D’altra parte, abbiamo il AMD Radeon RX 5600M, che condivide la stessa architettura RDNA 1.0 @ 7nm ma con un silicio Navi 10 (non compatibile con memory HBM2) con 36 Unità Di Calcolo che si traducono in 2304 Processori Stream per una frequenza Turbo di 1265 MHz accanto a 6 GB di memoria GDDR6 @ 15 GHz e un TDP di 150W.

Questo è riassunto in modo molto semplice, ed è che la Radeon Pro 5600M raggiunto 46142 punti mentre la Radeon RX 5600M raggiunto 55718 punti, che si traduce in una differenza di prestazioni del 20,75 per cento in modo che in termini di consumi/prestazioni. Questa differenza di consumi non è dovuta in modo esplicito il silicio, e che memoria GDDR6 consuma tra 3.5 e 4.5 x volte più energia rispetto al HBM2.


Perché gli utenti Apple non stanno andando a giocare, e stanno andando a pagare di più rispetto alla memoria HBM2perché è un buon prodotto, mentre nel resto delle squadre dove la dissipazione non è un problema questo extra prestazioni ad un prezzo inferiore sarà ben accolto nel modo di pensare dei giocatori di e ad uso professionale.

via: @rogame