Con AMD up-to-date in termini di prestazioni rispetto ad Intel, molte cose sono cambiate, e uno di loro è stato il modo in cui l’azienda commercializza i propri processori. Con core prestazioni quasi alla pari, e prestazioni multi-core che schiaccia l’avversario, Lisa Il Tuodurante la “Conferenza Annuale di Decisione Strategica” di Bernstein, ha rivelato che dal momento che non era necessario entrare in una guerra dei prezzied è che la guerra dei prezzi non è una buona cosa per la società e qualcosa che la gente non mi piace.

Se ben indica che non prende una campagna aggressiva di abbassare i prezzi, come abbiamo visto in passato, in realtà i processori AMD Ryzen di offrire un ottimo rapporto di prezzo da prendere in considerazione che si sta utilizzando un processo per la fabbricazione di taglio-bordoil numero di core che vengono offerti e il consumo di energia di cui necessitano, quindi, se ben suggerisce che AMD non entrare in qualsiasi lotta di prezzoalmeno può essere interpretato nel senso che, se il mercato trova una guerra di prezzo, questo dovrà venire da Intele che, ora, i tavoli sono cambiate ed è Intel che offre alcuni prodotti meno competitivi a prezzi superiori a quello offerto dalla concorrenza.

D’altra parte, che “la gente non mi piace“la guerra dei prezzi, si è capito che questo potrebbe allontanare gli utenti che hanno già acquistato le loro Cpu all’inizio e vedere come il componente che hai acquistato è stato svalutato in fretta. Nonostante questo, per esempio, il Ryzen 9 3900X è passato da un prezzo di lancio di 549 euro a 479 euromentre la vostra è venuto a circa 470 euro, quindi se non ci sono guerre di prezzo in quanto tali, la società è stata regolando il prezzo nel corso del tempo e di adattare al tuo avversario, ma la società non ha ragione di ridurre drasticamente il prezzo di tutti i prodotti, come prima.

Alla fine, in fine, AMD rende chiaro che né la società vuole prendere l’iniziativa di avviare una guerra dei prezzie che davvero non si sa chi sarà l’ultimo a ridere, per quello che preferiamo offrire un buon equilibrio tra prezzo-prestazioni e il consumatore è colui che ha l’ultima parola di scegliere quale processore che si desidera acquistare.

via: Driver