La Russia ha già pronto il suo primo laptop, hanno provato a copiare Apple?

Era l’inizio dell’anno quando abbiamo iniziato a parlare di questo laptop che ora sta prendendo forma e vita. Curiosamente, la Russia lo aveva già nel progetto poco prima di entrare in guerra con l’Ucraina (non sembra essere una coincidenza) e ora, dopo mesi di attesa, hanno mostrato brevemente il loro progetto definitivo, che sembra un tentativo di copiare un vecchio Apple MacBook Pro. Come sono stati in grado di aggirare le sanzioni e i blocchi per crearlo? È così BITBLAZE Titan BM15 con processore Baikal-M1.

Ciò che è chiaro, dopo il fatto, è che la Russia aveva in mente l’invasione e la guerra molto prima di lanciarla, aveva tracciato la propria tabella di marcia, la propria strategia e quindi si era attrezzata contro ciò che doveva venire. Questo è l’unico modo per capire che mesi dopo le Prime indiscrezioni e nel bel mezzo della guerra, ora hanno pronto il loro primo laptop per non dipendere dall’Occidente.

BITBLAZE Titan BM15, come ha fatto la Russia ad avere i chip?

Ebbene, come anticipavamo sopra, richiedendoli prima di lanciare l’invasione e in un volume sufficiente per avere abbastanza unità disponibili. Si prega di notare che questo laptop utilizza a SoC Baikal-M1 che ha 8 core a 1,5 GHz con 8 MB di cache L3che deriva direttamente dall’architettura ARM Cortex-A57 quindi stiamo parlando di qualcosa già molto veterano nel settore e prodotto per 28 nm di TSMC.

Come sappiamo, ai taiwanesi è stato proibito da mesi di vendere qualsiasi chip o attrezzatura per la produzione di chip alla Russia, ma se teniamo conto delle dichiarazioni dell’azienda che ha creato questo laptop, è chiaro che la Russia si aspettava i blocchi e le sanzioni imposte dall’Occidente:

“Ho una leggenda nelle mie mani: un campione di pre-produzione del Titano BITBLAZE il laptop basato su processore Baikal-M è pronto”, ha affermato Yana Brush, business director di Prombit, l’azienda dietro BITBLAZE. Ha una qualità costruttiva molto decente, un sottile custodia in alluminio, un peso leggero. Ho provato alcune applicazioni software convenzionali: programmi per ufficio e YouTube. Funziona molto bene, la batteria dura cinque ore. Stiamo continuando a testare su vari carichi di lavoro, preparandoci al rilascio ufficiale”.

Prestazioni leggermente migliorate rispetto alla versione di anteprima

BITBLAZE Titan BM15

Parliamo delle sue caratteristiche già confermate, perché senza sapere come la Russia è riuscita ad entrare in possesso di hardware attuale di livello superiore o inferiore. E stiamo parlando del BITBLAZE Titan BM15 con il Baikal-M1 integra una dimensione di 15,6 pollici insieme a Schermo IPS FHD e niente di meno che 16 GB Memoria RAM SODIMM DDR4 a doppio canale permettendo anche fino a 128 GB.

Lo stoccaggio è offerto con un PCIe-SSD dal 250 GB fino al 512 GB in Formato M.2mentre per il resto delle funzionalità troviamo tutto il necessario per funzionare senza problemi:

  • Wi-Fi con Bluetooth
  • GbE
  • Connettori USB-C
  • Connettori USB-A
  • Uscita HDMI
  • Mini jack da 3,5 mm

Inoltre, come avanzato da Yana Brush, integrando custodia in alluminio il suo peso è diminuito 2,2 kg che aveva all’inizio, ma non è stato ancora rivelato nonostante la Russia sia stata in grado di dotarlo di materiali generali migliori. Ciò ha permesso al design di migliorare un po’, cosa che curiosamente e in parte ricorda il MacBook Pro da 13 pollici qualche anno fa, forse troppo tempo.

Non disponendo di un elenco definito di materiali, è possibile che il design venga migliorato prima di essere rilasciato, anche se non molto perché è previsto ad un certo punto prima Fine anno se tutto va come dovrebbe, a prezzi che saranno tra $ 1.375 e $ 1.650 IVA esclusa. Pertanto, non saranno economici, l’hardware che integra è tutt’altro che all’avanguardia o in base al prezzo, ma in qualche modo la Russia sta riuscendo a lanciare qualcosa di competente, con prestazioni minime e senza dipendere dall’Occidente .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.