L’AMD Ryzen 7000 raggiunge i 5,50 GHz; la tua piattaforma viene annunciata

emm ha rivelato oggi nuove informazioni sulla sua nuova gamma di processori desktop ad alte prestazioni, il Ryzen 7000processori che rilasciano un nuovo socket, il AMD AM5 (LGA1718) per ottenere il massimo dalla sua nuova architettura AMD Zen4 insieme a un processo di produzione 5 nm di TSMC con TDP fino a 170 W, essendo uno dei maggiori progressi l’aggiunta della grafica integrata AMD RDNA2, insieme all’utilizzo di altri componenti di nuova generazione come la RAM DDR5 e l’interfaccia PCI Express 5.0. Nonostante la grande modernizzazione che tutto ciò implica, i sistemi di raffreddamento AM4 saranno retrocompatibili.

A causa delle numerose modifiche, è necessaria anche una nuova generazione di schede madri, che sarà basata sui chipset AMD X670 estremo (AMD X670E, progettato per overclocker), il AMD X670dove la connettività PCIe 5.0 per la GPU o l’SSD sarà opzionale, e a AMD B650 progettato per schede madri economiche in cui PCIe 5.0 sarà limitato a SSD.

Le schede madri che utilizzano questi chip supporteranno fino a 24 linee PCIe 5.0 (GPU + storage), fino a 14 porte USB a 20 Gbps, connettività WiFI 6E + Bluetooth 5.2 e fino a quattro uscite video sotto forma di HDMI 2.1 e DisplayPort 2 a sfruttare la grafica integrata.

I primi processori AMD a superare i 5,00 GHz

Sfortunatamente, l’azienda non ha rivelato alcun dettaglio in merito ai modelli e alle loro specifiche, ma almeno ha mostrato un processore sconosciuto che esegue Ghostwire: Toyko ad una frequenza leggermente superiore a 5,50 GHz (5520,3 GHz per l’esattezza), che è un enorme progresso per l’azienda considerando che una delle sue CPU Ryzen non era mai riuscita a raggiungere i 5,00 GHz. Ora non solo riesce a infrangere quella barriera, ma lo distrugge raggiungendo frequenze che fino ad ora era solo pensabile vedere in una CPU Intel.

AMD Ryzen 7000 contro un Intel Core i9-12900K

Per finire di mettere il laccio, l’azienda ha confrontato un processore AMD Ryzen 7000 con 16 core e 32 thread con l’Intel Core i9-12900K con 16 core e 24 thread, e il risultato era prevedibile, le nuove CPU AMD non lasciano opzioni al processore Intel Alder Lake, poiché insieme a un test Blender l’azienda indica che il suo processore lo è fino al 31 percento più veloce pensando ai creatori di contenuti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *