Sembra che gli investitori stiano iniziando a perdere la pazienza con l’attuale situazione del mercato di Intel, ed è quello come rivelato Reuters, l’hedge fund Terzo punto, che possiede una quota di $ 1 miliardo in Intel, ha scritto una lettera al presidente del consiglio di amministrazione di Intel, Omar Ishrak, chiedendogli di esplorare “alternative strategiche“come sbarazzarsi delle sue fabbriche di silicio o acquisizioni infruttuose per far fronte alle recenti perdite di quote di mercato dell’azienda.

Come se ciò non bastasse, l’hedge fund cita anche il continuo esodo dei migliori progettisti di chip di Intel, affermando che la società ha un “problema di gestione del capitale umano“e che gli architetti dei chip sono stati”demoralizzato dallo status quo“.

“Senza una svolta immediata da parte di Intel, temiamo che l’accesso dell’America alla fornitura di semiconduttori all’avanguardia verrà eroso, costringendo gli Stati Uniti a fare più affidamento su un’Asia orientale geopoliticamente instabile per alimentare qualsiasi cosa, dai PC agli hub. dati e infrastrutture critiche e altro “

La lettera cita molti dei recenti passi falsi di Intel, come l’annuncio di Manzana per lasciare Intel per ARM, che Microsoft e Amazon Stanno progettando i propri processori ARM a causa della stagnazione di Intel, che il resto dei client che rimangono nella microarchitettura x86 hanno lasciato con AMD, il dominio di Nvidia nei carichi di lavoro per l’Intelligenza Artificiale, o quello TSMC e Samsung sono molto più avanti con i loro processi di produzione.

La lettera chiede Intel assume un consulente per gli investimenti per esplorare alternative strategichecome la separazione di alcune acquisizioni infruttuose o la separazione delle sue fabbriche di chip, qualcosa come AMD ha fatto quando si è separata da GlobalFoundries.

Intel ha rilasciato una dichiarazione sul suo portale relativo agli investitori dicendo:

“Intel Corporation apprezza il contributo di tutti gli investitori all’aumento del valore per gli azionisti. In questo spirito, non vediamo l’ora di impegnarci con Third Point nelle loro idee verso tale obiettivo.”

Ricordalo a gennaio Intel annuncerà se smaltirà il proprio fonderie E produrrà tutti i suoi chip in fonderie come TSMC, se va avanti da solo, o si affiderà a TSMC mentre cerca di portare avanti i propri processi di produzione. Per ora le fughe di notizie si rivelano che lavora già da mesi con TSMC, quindi sarà il momento di aspettare che la società annunci i suoi piani futuri.