Il Governo degli Stati uniti ha lanciato un indiscriminato persecuzione contro tutto ciò che viene dalla Cina. È vietato Huawei dichiarando di spionaggio attraverso i social network 5G, senza la minima prova. Il prossimo obiettivo sarebbe quello di TikTok, che sarebbe vietare per motivi di mancanza di privacy, come se Facebook, Apple o Google sono stati i paradigmi della privacy. Bene, sembra che sia complicato, perché Microsoft è stato sul lato di TikTok.

La società americana di Microsoft è in trattative con ByteDance, l’azienda cinese che possiede TikTok. A quanto pare lavora per assicurare i diritti dei social network in alcuni paesi. Satya Nadella, CEO di Microsoft, sarebbe in contatto con Donald Trump a rivedere i termini di questa curiosa di acquisizione.

Microsoft vuole i diritti di TikTok in alcuni paesi

Per evitare sospetti, Nadella avrebbe promesso a Briscola, per un totale di revisione delle politiche di sicurezza e fiscali. Questo assicura che se l’operazione arriva a buon fine, guarda che ridonda in benefici per l’economia americana.

Come è noto, l’idea di Microsoft è quello di concludere i negoziati con TikTok e con il Governo prima del 15 settembre. A quanto pare hanno intenzione di rimanere con le divisioni di Stati uniti, Canada, Australia e Nuova Zelanda. In questi mercati, sarebbe Microsoft, che avrebbe la piena potenza di questa applicazione. Mentre nel resto dei mercati, compresa l’Europa, continuerà ad essere di proprietà della società cinese.

Questo movimento dovrebbe cercare di ripulire l’immagine dell’azienda nei mercati in cui. I dati, invece di stare in server cinesi, finirebbe con il servizio di hosting su server in ciascuna delle suddette regioni. Se è vero che i dati di controllo di Microsoft, né è una certificazione, per una maggiore privacy. Ed è che le aziende americane anche spendere un sacco con fodera privacy degli utenti.

Fonte: Microsoft