Netflix prevede di rilasciare 40 nuovi anime nel 2021

Dopo l’enorme successo di Castlevania, o il più recente Blood of Zeus, sembra proprio di sì Netflix sta trovando il gusto di produrre la sua serie anime. Tant’è che l’azienda ha approfittato dell’Expo AnimeJapan 2021 di Tokyo per annunciare che si sta già preparando al lancio. fino a 40 nuovi titoli anime quest’anno.

«Vogliamo essere in grado di essere orgogliosi di essere la principale destinazione di intrattenimento con contenuti di buona qualità“Ha affermato Taiki Sakurai, il principale produttore di anime di Netflix in un’intervista per Bloomberg”,La crescita della nostra attività è direttamente correlato alla crescita del nostro anime«.

Tra gli altri titoli originali, questi nuovi anime Netflix includeranno alcuni adattamenti del manga come The Way of the Househusband, che debutterà l’8 aprile; Yasuke, che arriverà il 29 aprile; Record di Ragnarok, già datato per giugno; così come adattamenti di giochi come Resident Evil: Infinite Darkness, che si unisce alla serie di recente uscita basata su DOTA 2 di Valve. Ciò che non è chiaro è se la piattaforma di trasmissione conterà tra questi titoli anche altre serie o adattamenti di anime live-action, come il già preparato ritorno del classico Cowboy Bebop.

Bebop cowboy

Anche se questo tipo di animazione orientale non è per tutti i gusti, secondo il New York Times, Netflix ha affermato che il numero di famiglie che hanno trasmesso le sue offerte di anime l’anno scorso è aumentato di oltre la metà dal 2019. Ed è che il mercato mondiale degli anime ha raggiunto 23.000 milioni di ricavi lo scorso anno, e si prevede una crescita piuttosto notevole per i prossimi anni, con stime che raggiungerà più di 36 miliardi di dollari entro il 2025.

Non è per questo che sono state sorprendenti le recenti notizie di dicembre, dove avevamo già anticipato le intenzioni di Sony di acquistare la piattaforma Crunchyroll per quasi 1.200 milioni. Una chiara dichiarazione di intenti nei confronti di Netflix, anche se per il momento questa vendita è stata ritardata a causa di un’indagine antitrust da parte degli Stati Uniti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.