Nvidia ha 30 supercomputer per la scienza per combattere il Coronavirus

Nvidia ha annunciato il suo ingresso nel gruppo Consorzio di High-Performance Computing COVID-19 per combattere la pandemia nella ricerca di un vaccino, e per questo niente di meglio da offrire 30 supercomputer con prestazioni di calcolo combinato 400 TFLOPs per contribuire con il loro granello di sabbia. Accanto alla potenza di calcolo, di portare la sua esperienza nel campo dell’Intelligenza Artificiale, biologia e ottimizzazioni su larga scala di calcolo.

La società confrontato con gli sforzi del Consorzio con la corsa alla Luna. Idealmente, questo permetterà di accelerare il lavoro degli scienziati che hanno bisogno di modellizzazione e di altri compiti impegnativi che, altrimenti, prendere un lungo periodo di tempo per accorciare i tempi nella ricerca di una cura, che poi vengono forniti in tutto il mondo.

Nvidia aveva già contribuito la ricerca del coronavirus in modo indiretto, e cioè che il supercomputer Vertice impiegato per aiutare a trovare un vaccino comprende al suo interno 27.000 schede grafiche la società ha aggiunto tutta la sua potenza di calcolo il progetto Folding@Home. Senza dubbio, ogni aiuto è buono, e di più per vincere una gara, in un tempo in cui la pandemia ha aumentato il suo rapporto di espansione sia infetto come morto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *