Uno dei grandi misteri della prossima generazione è stato risolto oggi: com’è la PS5 all’interno. Sony ha pubblicato un completo demolire dove l’ingegnere Yasuhiro Ootori smonta una console per mostrarne l’interno e scoprire tutti i suoi componenti. Oggi, solo sette anni fa, lo stesso Ootori è stato incaricato di smantellare una PlayStation 4 per vedere la console dall’interno.

La prima cosa che attira l’attenzione di PlayStation 5 sono le sue dimensioni e l’altezza di 390 mm che misura quando è posizionata verticalmente. “È di dimensioni maggiori rispetto alla PS4, ma questo si traduce in un incredibile miglioramento delle prestazioni in termini di potenza di elaborazione e silenziosità”, spiega Ootori. Prima di entrare nella vista esplosa, viene mostrata la parte anteriore della console dove vediamo una porta USB-C (10 Gbps) e una porta USB-A, mentre due USB-A (10 Gbps) attendono sul retro, la Porta LAN, HDMI e porta di alimentazione.

Come chiunque potrebbe immaginare, le prese d’aria anteriori servono per la ventilazione e la parte posteriore funge da porta di scarico. La ventola ha un diametro di 120 mm e uno spessore di 45 mm. Quando Ootori avvia la vista esplosa, appare uno dei primi dettagli, la vite nella base che viene rimossa per mettere la console in verticale può essere riposta nello stesso supporto. L’ingegnere spiega che gli utenti possono rimuovere i pannelli bianchi su entrambi i lati, azione necessaria per espandere lo storage utilizzando un’interfaccia M.2 compatibile con PCIe 4.0.

All’interno della PS5 scopriamo una ventola che aspira l’aria da entrambi i lati e due collettori di polvere. Il primo pezzo a venire alla luce è l’unità Blu-ray, che è rivestita in lamiera e montata con due strati di isolamento per ridurre il rumore e le vibrazioni. I componenti noti compaiono sulla scheda della console, CPU 8 core a 16 thread con frequenza variabile fino a 3,5 GHz e una GPU che raggiunge i 2,3 GHz e offre 10,3 teraflop. Sono dotati di GDDR6 da 16 GB con una larghezza di banda di 448 GB / se un SSD da 825 GB con una velocità di lettura (raw) di 5,5 GB / s.

“Il SoC PS5 è un piccolo cubo con una velocità di clock molto elevata”, afferma Ootori. “Questo genera una densità termica molto elevata sul lato del silicio, che ci ha costretti ad aumentare notevolmente le prestazioni del conduttore termico o TIM, che si trova tra il SoC e il dissipatore. PS5 utilizza metallo liquido come TIM per garantire un raffreddamento elevato a lungo termine e stabile. Abbiamo impiegato più di due anni per prepararci all’adozione di questo meccanismo di raffreddamento a metallo liquido “.

Il dissipatore di calore non passa inosservato e secondo Ootori il suo design gli consente di ottenere le prestazioni di una camera a Steam. Infine vediamo l’alimentatore da 350 W.

“Abbiamo iniziato a concettualizzare la PS5 nel 2015 e progettiamo e sviluppiamo questa console da cinque anni”, spiega Masayasu Ito, Vice President di Sony Interactive Entertainment. “Il nostro team lo considera un ” architettura dal design accattivante ‘. Se smontiamo il sistema e vediamo una struttura interna pulita e ordinata, significa che non ci sono componenti inutili e che il design è efficiente. Per questo possiamo raggiungere il nostro obiettivo di creare un prodotto con un alto grado di perfezione e qualità ”.