Durante Stato di avanzamento per PlayStation, la società ha mostrato un nuovo ed ampio gameplay del suo titolo esclusivo Ratchet & Clank: Rift Apart, che vanta una grande qualità visiva quando si incorpora RayTracing, e questo si nota con l’illuminazione, le ombre e i riflessi, soprattutto all’inizio del gameplay in una città molto futuristica piena di luci al neon e, ovviamente, pozzanghere lascia che il RayTracing si accenda.

C’è una buona qualità delle trame, fisiche, e nonostante il fatto che siamo di fronte a un gioco che ha il suo limite massimo 4K a 30 FPS, non si sente “lento“Per quanto riguarda il gameplay, anche se ovviamente i 60 FPS gli andrebbero benissimo. Dovremo aspettare per vedere se AMD sarà in grado di implementare la sua tecnologia”Super risoluzione“(Controparte DLSS) per moltiplicare gli FPS e offrire quella fluidità in più in futuro.

Nel bel mezzo del gameplay, stiamo già andando in un mondo aperto, e qua e là ci sono alcune differenze, come la distanza tracciata con quella ormai famosa nebbia aiuta a nascondere tutto. Poco dopo proseguiamo in un mondo aperto, in una specie di giungla dove la distanza di disegno non è stata molto sacrificata (ma una qualità inferiore si vede nei riflessi nell’acqua). In termini generali, il gioco sembra fantastico, non ci sono cali di prestazioni, e tutto questo è fatto da una console 400/500 euro, quindi non possiamo mettere un solo difetto visto il panorama attuale dei PC dove per quei soldi non compriamo noi o la GPU paragonabile alla potenza di questa console.