Smartphone basato su Linux che puoi usare come PC

PINO64 ha annunciato il suo nuovo smartphone basato sul sistema operativo Linux, ne parliamo PinePhone Pro, costruito attorno a un pannello IPS a partire dal 6 pollici con una risoluzione HD+ di 1440 x 720 pixel e protetto dal laminato Gorilla Glass 4 animato da un SoC Rockchip RK3399S 6 core sotto forma di 2x Cortex-A72 a 1,80 GHz + 4x Cortex-A53 a 1,50 GHz con grafica Mali-T860 4-core @ 500 MHz più lungo Memoria RAM da 4 GB LPDDR4 @ 1600 MHz con 128 GB di spazio di archiviazione eMMC 5.1 espandibile tramite microSD fino a 2 TB.

Il resto delle specifiche passa attraverso una singola fotocamera posteriore Sony IMX258 da 13 megapixel insieme a una fotocamera selfie da 5 MP, connettività WiFi 802.11ac + Bluetooth 4.1 + 4G LTE, USB-C, Pogo-pin (aggiungere accessori), alcuni interruttori per la privacy che consentono di disattivare modem, WiFi e Bluetooth, microfono, fotocamera e cuffie, e tutto questo è alimentato da una batteria di 3000 mAh capacità con ricarica rapida di 15W.

Come hai visto, nelle specifiche non è uno dei migliori terminali sul mercato, ma ovviamente lo siamo davanti a uno smartphone che in realtà è un laptop basato sul sistema operativo Manjaro Linux con KDE Plasma Mobile, e questo si traduce in eseguire giochi Linux in modo nativo, come gli emulatori PSP o Dreamcast, per non parlare della possibilità di collegare un monitor esterno, mouse e tastiera e disporre di un PC completamente funzionale per il lavoro d’ufficio, riproduzione di contenuti 1080p, modifica di immagini, ecc. e tutto con applicazioni Linux native.

Il PinePhone Pro è ora disponibile per gli sviluppatori per il preacquisto da al prezzo di $ 399.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.