Windows 11 è un fallimento, meno dell’1% dei PC utilizza l’ultimo sistema operativo Microsoft

Windows 11 Sarà entro tre mesi dal suo lancio e si può già confermare che si tratta di un fallimento. Questa affermazione arriva attraverso uno studio di mercato condotto da Lansweeper, che ha intervistato più di 10 milioni di utenti di computer nei segmenti di mercato aziendali e personali. Il risultato è molto veloce da capire: meno dello 0,21% degli utenti intervistati ha eseguito l’aggiornamento da Windows 10 al nuovo sistema operativo, un problema abbastanza serio se consideriamo che l’aggiornamento è gratuito.

Se guardiamo a un’altra fonte, Contatore di statistiche, rivela che Windows 10 è cresciuto in popolarità negli ultimi mesi, passando da una quota di mercato del 79,84% a settembre all’82,45% a novembre, mentre Windows 11 non è ancora presente nell’elenco, quindi ha una quota inferiore allo 0,2%.

Ci possono essere diversi fattori che contribuiscono a questa tiepida risposta del mercato, ma uno di questi è senza dubbio requisiti hardware elevati. Windows 11 richiede un modulo della piattaforma affidabile (TPM 2.0), che rimuove direttamente tutti i PC prodotti prima del 2018 per gli aggiornamenti. Un altro fattore potrebbe essere l’interfaccia utente goffa (UI), un menu Start meno funzionale di Windows 10, vari bug relativi all’interfaccia utente e che in realtà non c’è alcun incentivo a fare il salto da Windows 10 a Windows 11.

Secondo i dati di Lansweeper, potrebbero esserci più utenti con il sistema operativo Windows XP, Windows Vista o Windows 8 rispetto a Windows 11. In questi casi specifici, rappresenta un grande rischio per la sicurezza, poiché questi sistemi operativi non sono più supportati da Microsoft per gli aggiornamenti di sicurezza. Invece, Windows 10 può riceverli fino alla metà del 2025.

attraverso: TechPowerUp

Un commento

  1. win 11 delusione completa. come window può permettersi una simile scelta? solo per fare qualcosa di diverso in peggio.
    v.fiore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *