Gli aggiornamenti per Android possono e devono essere migliorati e Google sta per farlo. Ha sviluppato il «Progetto Treble» Che pur aiutando i produttori a migliorare gli aggiornamenti del sistema operativo, li ha lasciati senza scuse e ora ci sono buone notizie a questo riguardo.

Il supporto del software Android è francamente migliorabile e non resiste al confronto con quello che Apple offre per gli iPhone e che fa parte del suo successo. Con onorevoli eccezioni, gli aggiornamenti per Android arrivano in ritardo (molto tempo dopo che Google ha consegnato il codice) o peggio, non arrivano, aumentando i sospetti (ben fondati) che i produttori pianifichino un tipo di obsolescenza tecnologica tramite software lasciando i terminali “bugiardi” che dall’hardware potrebbe funzionare per molto più tempo.

Vogliono solo vendere nuove unità. Questo provoca un’esperienza molto negativa tra gli utenti e, sinceramente, se non avessimo avuto la possibilità di utilizzare ROM alternative, saremmo passati all’ecosistema Apple molto tempo fa.

Aggiornamenti per Android

Google è consapevole del problema e ha a lungo esercitato pressioni sulla moltitudine di produttori che lavorano con il suo sistema mobile. Qualche tempo fa ha promosso il Treble Project il cui obiettivo principale era che i suoi partner lanciassero gli aggiornamenti del sistema operativo in modo più rapido ed efficace. Ed esteso a un tempo ragionevole. Alcuni mesi fa il leader delle vendite, Samsung, ha promesso di fornire tre generazioni del sistema operativo Android e aggiornamenti mensili di sicurezza.

Ora, Google e Qualcomm hanno annunciato una collaborazione per supportare quattro versioni del sistema operativo Android e quattro anni di aggiornamenti di sicurezza per tutti i dispositivi con chipset Snapdragon. La nuova piattaforma Snapdragon 888 sarà la prima a supportare questo nuovo supporto esteso, ma si prevede di estenderlo a tutti i dispositivi SoC Qualcomm che verranno lanciati con Android 11 preinstallato.

I miglioramenti apportati da Google e Qualcomm consentiranno ai produttori di smartphone di aggiornare i loro dispositivi Android basati su Snapdragon all’ultimo sistema operativo Android senza modificare il software specifico del chipset Qualcomm Technologies e utilizzare un ramo software Android comune per aggiornare i dispositivi. . Queste modifiche ridurranno il tempo e le risorse necessari agli OEM per aggiornare i dispositivi basati su Snapdragon all’ultima versione del sistema operativo Android.

Aggiornamenti Android

“Google continua a lavorare a stretto contatto con i nostri partner tecnologici per migliorare il supporto per l’ecosistema Android. Attraverso questa collaborazione con Qualcomm Technologies, speriamo che gli utenti Android dispongano degli ultimi aggiornamenti del sistema operativo e di una maggiore sicurezza sui propri dispositivi »spiega David Burke, Vice President of Engineering di Android.

Amen. Ora non resta che i produttori mettono le batterie e si prendono cura dei loro clienti, prolungando gli anni di aggiornamenti per Android e accelerando l’arrivo di nuove versioni. Possiamo criticare Apple per la chiusura della sua piattaforma o per i prezzi di vendita, ma in questa materia è un ottimo specchio in cui guardarsi.