AMD Phoenix 2: alte prestazioni + core efficienti

Secondo un documento ufficiale AMD (attraverso videocardz), viene rivelato che la società seguirà le orme di Intel sviluppando processori con un’architettura ibrida con due tipi di core. Ciò comporta la copia della strategia resa popolare da Arm of Offering core ad alte prestazioni insieme a nuclei a basso consumo energetico. Nello specifico, questa possibilità è indicata nella guida stessa denominata “AMD Processor Programming Reference” (PPR) per le CPU “AMD Family 19h Model 70h” (AMD Zen 4/Phoenix). Questa guida conferma un’architettura ibrida Può supportare due tipi di kernel: Prestazioni ed efficienza.

AMD si riferisce a questi core più o meno allo stesso modo di Intel. In questo modo AMD avrà anche dei core”prestazione“(P-Core) e Core”efficienza” (E-Core). Questo è anche un indicatore del fatto che l’architettura ibrida si sta facendo strada nello spazio della CPU consumer. Si noti che i nomi che compaiono nella guida alla programmazione non riflettono necessariamente quelli che verranno utilizzati con Per scopi commerciali, tuttavia , rende chiaro il percorso dell’azienda, dopo tutto, questo tipo di configurazione ha funzionato abbastanza bene per Intel.

Phoenix 2: le Prime APU ibride di AMD

Ora, entrando nella categoria dei rumor, ci si aspetta che siano loro APU AMD Phoenix 2 quelli che debuttano con questo design ibrido. Nello specifico si parla di una configurazione a 6 core. Questi sarebbero divisi in 2 alte prestazioni (P-Core) e 4 efficienti (E-Core). Non è affatto un’opzione potente, ma consentirà di creare design molto più efficienti per prodotti portatili ultrasottili e leggeri e la cui autonomia è legata a una batteria. Questo è interessante anche se si considerano le console portatili con APU AMD.

Ovviamente, a differenza di Intel, pur facendo uso di core a basso consumo energetico, questi manterrebbero i thread. Così, questa APU offrirebbe 6 core e 12 thread, invece di 6 core e 8 thread che una versione comparabile avrebbe su Intel. Ciò implicherà un vantaggio in termini di prestazioni nelle attività multicore. Va ricordato che in caso di grande necessità, tutti questi core lavoreranno all’unisono per le massime prestazioni.

Ora ovviamente… Cosa sono questi core a bassa potenza? ufficialmente, l’unico kernel a basso consumo che conosciamo è il AMD Zen4c. Questi sono stati progettati per una nuova generazione di CPU AMD EPYC bonded ai server a basso consumo energetico. Pertanto, è probabile che stiamo parlando di un mix di core Zen4 e Zen4c in questi chip con un design ibrido. Sfortunatamente, AMD non ha mai indicato quanto saranno potenti questi core rispetto alle loro controparti ad alte prestazioni, o Zen3. In questo modo, sarà il momento di aspettare che l’azienda inizi a rivelare informazioni, visto che queste CPU ‘Bergamo’ di EPYC non sono ancora state rilasciate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *