Anche se pochi giorni fa è stato annunciato che Apple Avrebbe già garantito l’80% della produzione di wafer 5nm di TSMC, sembra che l’azienda si stia preparando ad anticipare i suoi concorrenti fino al 2022, da allora avrebbe assicurato una produzione a 3 nm per quella data.

Attualmente l’azienda utilizza già 5nm in A14 Bionic per dispositivi mobili (iPhone e iPad) e su M1 per i computer (MacBook e Mac Mini), componenti che sono stati accolti molto bene nelle loro prestazioni. Nonostante questo, Apple sta già pensando al futuro.

Poiché siamo ancora in una fase iniziale, non sappiamo quale fosse il numero di wafer o quanto rappresenterà della capacità di produzione di TSMC. Sappiamo solo che il produttore taiwanese intende portare il nuovo processo alla produzione di massa entro il 2022, che coincide con i piani di Apple di lanciare una nuova versione del suo Bionic.

Apple dovrebbe rilasciare l’A15 Bionic il prossimo anno, che dovrebbe essere una versione rivista e migliorata dell’A14. Il processore 2022, che può essere chiamato A16 Bionic, debutterà con la litografia 3nm. Il nome A16 non è ancora apparso in nessuna perdita, quindi non sarebbe sorprendente se Apple inventasse un nuovo nome per evidenziare l’arrivo di questo impressionante nodo.

TSMC ha investito molti soldi per realizzare il suo processo a 3 nm, quindi secondo le indiscrezioni, dovrà vendere almeno 300 milioni di unità nel nuovo processo per realizzare un profitto. Pertanto, non c’è dubbio che un cliente come Apple sarà la chiave per raggiungere questa cifra.

Sembra che Apple veda molto favorevolmente i nodi TSMC e si stia già preparando per il 2022. È in arrivo un rinnovato Bionic?

Fonte: WCCFTECH