AppStore non dovrebbe ancora consentire altre forme di pagamento

Una corte d’appello federale ha accolto all’ultimo minuto una richiesta di Apple di posticipare la sentenza che costringe l’azienda a introdurre modifiche nel processo di pagamento dell’App Store. Ciò significa che puoi mantenere il tuo sistema IAP (In-App Purchase) così com’è ora. In caso contrario, a partire dal 9 dicembre, Apple è stata costretta a consentire agli sviluppatori di aggiungere collegamenti alle proprie applicazioni per indirizzare i clienti a metodi di pagamento alternativi, il che potrebbe evitare di soddisfare la commissione del 30%.

La sospensione della sentenza non ribalta la sentenza precedente, ma ne rinvia l’esecuzione fino al termine del processo di appello della causa di Epic Games, processo che potrebbe richiedere mesi per essere completato. Va ricordato che durante il processo Epic Games non è riuscita a dimostrare che Apple avesse violato eventuali leggi antitrust, ma ha dimostrato che con il suo comportamento ha infranto la legge sulla concorrenza sleale della California. “Il successo non è illegale”, ha detto il giudice federale Yvonne Gonzalez Rogers durante la sua condanna.

D’altra parte, va tenuto conto che il ritardo nell’applicazione della sentenza non si estende alla seconda misura della sentenza, che consente agli sviluppatori di comunicare con gli utenti attraverso un contatto ottenuto volontariamente registrando un account all’interno dell’applicazione .

In una dichiarazione, Apple ha ringraziato la corte d’appello per aver accolto la sua richiesta e ha ribadito le sue argomentazioni contro la modifica delle rigide regole del sistema IAP dell’App Store. Nessuno si aspettava diversamente se si considera il generoso introito che riceve dallo store digitale grazie al monopolio sui pagamenti in-app. Apple sostiene che i “cambiamenti avrebbero creato nuovi rischi per la privacy e la sicurezza” e alterato l’esperienza offerta dall’App Store. Epic Games ha rifiutato di commentare.

Riuscire a ritardare l’esecuzione della sentenza è un modo per guadagnare tempo, ma alla fine Apple potrebbe dover rispettare l’ordine del giudice Gonzalez Rogers. Tutto dipende da cosa succede durante l’appello. L’unica cosa certa oggi è che Apple vs. Epic Games sta andando avanti da molto tempo ed è lontana dal raggiungere una sentenza definitiva.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.