Con un messaggio chiaro dalla fine del 2019, c’è una premessa ufficiale, chiara e concisa: nel 2021 vedremo nuovi smartphone BlackBerry dotati di connettività 5G, già come i loro predecessori, si concentreranno nuovamente sul pubblico professionale.

E sembra che finalmente abbiamo notizie sul ritorno di questo grande classico, poiché mentre avanzano dal Nikkei Asia, appariranno questi nuovi modelli prima negli Stati Uniti e in Europa, dove è già in trattativa con operatori per la commercializzazione di questi nuovi dispositivi.

Purtroppo al momento non sappiamo quanti terminali le parti coinvolte in questo nuovo accordo intendono varare, ma il fatto che parlino al plurale indica che vedremo, come minimo, almeno un paio di modelli di smartphone. Vi ricordo che uno dei simboli classici del brand è l’utilizzo delle tastiere QWERTY, ma questo non vuol dire che questi nuovi dispositivi ne verranno necessariamente dotati.

Secondo il CEO di OnwardMobility, Peter Franklin, durante la progettazione di questi nuovi Blackberry, l’azienda vuole garantire che abbiano 5G, quello facilitare la produttività “senza sacrificare l’esperienza dell’utente. Anche se ha voluto segnalarne un altro che senza dubbio sarà una delle sue maggiori attrazioni “,i BlackBerry lo sono noto per la protezione delle comunicazioni, della privacy e dei dati“.

BlackBerry 2021

Va notato che sebbene OnwardMobility ha le licenze Blackberry per lanciare i suoi terminaliPoiché RIM ha deciso di abbandonare i suoi dispositivi originali, questa volta non ha in programma un ritorno da sola, se non quello si allea con Foxconn, una delle note aziende attualmente impegnate nella produzione di telefoni Apple.

È molto curioso pensare che BlackBerry sia già “morto” due volte nel settore degli smartphone, una volta sotto la guida dell’omonima azienda, e una volta come marchio concesso in licenza a TCL. All’epoca pensavamo che questa volta non si potesse tornare indietro, ma OnwardMobility e FIH Mobile Limited (quest’ultima è una controllata di Foxconn) hanno chiuso un accordo con l’azienda canadese che darà una terza vita agli smartphone BlackBerry. Riusciranno questa volta a risorgere dalle loro ceneri o bruceranno di nuovo nel tentativo?