CD Projekt Red è determinato a dimostrare che non ignorerà le lamentele dei giocatori sullo stato di pietà di Cyberpunk 2077 sulle console Sony e Microsoft. Dopo aver rilasciato la prima patch e aver soddisfatto le richieste di rimborso su PS4 e Xbox One, lo studio ha pubblicato una nuova dichiarazione in cui si scusa per lo stato del gioco, dove hanno anche assicurato che lo risolveranno.

La dichiarazione ufficiale ha due punti particolarmente interessanti: nel primo, lo sviluppatore inizia scusandosi per non aver mostrato più del gioco su PS4 e Xbox One in modo che i giocatori possano prendere una decisione “migliore”.

Dicono che avrebbero dovuto “prestare maggiore attenzione per farlo funzionare meglio su PS4 e Xbox One”. Infatti, tra così tanti trailer del gioco, pochissimi mostravano Cyberpunk 2077 in esecuzione su console più vecchie, tanto che i giocatori hanno chiesto più video e informazioni, spingendo il CEO di CD Projekt a dichiarare che il gioco stava funzionando “sorprendentemente bene” su PS4. e Xbox One.

Sta arrivando un’ondata di patch

Nella seconda parte del comunicato, CD Projekt Red comunica alcune date in cui possiamo effettivamente attendere l’arrivo delle patch per il gioco:

“Il primo ciclo di aggiornamenti è appena stato rilasciato e il prossimo arriverà nei prossimi 7 giorni. Attendi di più, perché aggiorneremo frequentemente ogni volta che sono disponibili nuovi miglioramenti. Dopo le ferie continueremo a lavorare, rilasceremo due grandi patch a partire dal numero 1 di gennaio ”.

“La patch n. 2 seguirà a febbraio. Insieme, questi due dovrebbero risolvere i maggiori problemi che i giocatori devono affrontare sull’ultima generazione di console. Non faranno funzionare il gioco come un PC di fascia alta o una console di nuova generazione, ma saranno più vicini a quell’esperienza di adesso. ”

Infine, CD Projekt Red ha chiesto a tutti chi chiedere un rimborso e non ricevono una risposta nel negozio, che contattano helpmerefund@cdprojektred.com, ma con un avvertimento molto importante: hanno solo fino al 21 per parlare con lo sviluppatore e richiederlo.