CPU russa basata sull’architettura ARM @ 28nm di TSMC

L’azienda russa Elettronica Baikal ha annunciato la sua nuova linea di processori Baikal-M, che si basano sull’architettura BRACCIO e, non disponendo di una capacità produttiva locale, si sono rivolti a TSMC per fabbricarli in un processo di fabbricazione di 28 nanometri (28nm).

Questi processori utilizzano una configurazione di 8 core Cortex-A57 ad una frequenza fissa di 1,50 GHz suddiviso in quattro diversi cluster con 1 MB di cache L2 per cluster, 8 MB di cache L3 condivisa tra tutti i core e una scheda grafica Mali-T628 MP8 8 core a 750 MHz.

Questa CPU include controller di memoria DDR3 a 1600 MHz o DDR4 a 2400 MHz, accesso all’interfaccia PCI-Express 3.0 x8, unità di archiviazione SATA III @ 6 Gbps, connettività USB 3.0, connettività Ethernet 10 Gb, ecc., e tutto questo con un consumo energetico inferiore al 35W.

Non è che sia una CPU avanzata, ma inizi con qualcosa, e di più nel bel mezzo di una carenza globale. Alla fine dello scorso anno hanno ordinato 13.000 unità e quest’anno hanno ordinato circa 100.000 unità, e per ora ho ricevuto solo 5.000 chip.

Tuttavia, Baikal Electronics ha detto che prevede di consegnare da 10.000 a 15.000 chip al mese a partire dal primo trimestre del prossimo anno, anche se non ha annunciato un elenco specifico di clienti. Baikal Electronics ha notato che è l’unico sviluppatore russo sul mercato con un tale numero di processori.

attraverso: MyDrivers

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *