Electronic Arts si unisce alla mossa contro la Russia, rimuove i suoi giochi e servizi dal mercato russo

Dopo cosa Microsoft sospendere le vendite in Russia, Electronic Arts ha anche annunciato di aver adottato la stessa misura, interrompendo il commercio dei suoi giochi e contenuti nel paese.

Secondo lui dichiarazione ufficiale pubblicata sul sito web della società, la decisione di sospendere le vendite è stata attuata a causa dei recenti attacchi russi in Ucraina. EA ha chiesto la pace e la fine dell’invasione russa, mostrando la sua solidarietà al popolo ucraino.

È interessante notare che prima di questo, la società ha annunciato la rimozione della squadra nazionale e dei country club da FIFA 22, FIFA Mobile, FIFA Online e NHL 22.

Electronic Arts ha affermato che la più grande preoccupazione è la sicurezza delle persone nelle regioni colpite dalla guerra e che cerca di aiutare i partner situati nella zona di conflitto nel miglior modo possibile.

Sospensione in Bielorussia

EA ha anche confermato che sta bloccando il commercio dei suoi prodotti in Bielorussia: “Abbiamo deciso di interrompere le vendite dei nostri giochi e contenuti, inclusi i pacchetti di valuta virtuale, in Russia e Bielorussia per la durata di questo conflitto. Di conseguenza, i nostri giochi e contenuti non saranno più disponibili per l’acquisto nella nostra vetrina della regione russa su Origin o nell’app EA, inclusi i negozi di giochi”.

“Stiamo anche lavorando con i nostri partner di piattaforma per rimuovere i nostri titoli dai loro negozi e sospendere la vendita di nuovi contenuti di gioco nella regione”, ha concluso EA.

La società afferma inoltre che la situazione preoccupante la porta a valutare altre aree di operatività, dove qualsiasi misura o azione sarà divulgata alla comunità in generale.

Inoltre microsoft e EA, altre società si sono già posizionate pubblicamente contro la Russia, come Intel e AMD. Il vicepresidente ucraino Mykhailo Fedorov ha chiesto questa settimana ad alcune società di cessare le loro attività nel paese guidate da Vladimir Putin.

E voi, cosa ne pensate di queste sanzioni e dei provvedimenti di Electronic Arts? Influiscono sul governo o sul cittadino comune?

Fonte: EA ufficiale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.