“Il CEO di Intel è troppo vecchio per rendere di nuovo grande il produttore di chip”

Morris,, il fondatore ed ex presidente di TSMC, ha voluto restituire al CEO di Intel, Pat Geelsinger, il dardo avvelenato di cui ha mandato qualche giorno fa parlando l’instabilità di affidarsi a una fonderia come TSMC a causa dei vari problemi che stanno emergendo tra Taiwan, Cina e Stati Uniti, che mettono a rischio la sicurezza della filiera, prevedendo una possibile incursione cinese

Il motivo non era altro che convincere Biden a escludere le fonderie asiatiche dallo US Chips Act e ad ottenere sovvenzioni per aiutarle a competere ad armi pari con TSMC e Samsung Foundry, che sono pesantemente sovvenzionate per i loro governi.

“Mentre volavo qui ieri, il Wall Street Journal ha riferito che ieri c’erano 27 aerei cinesi nello spazio aereo di Taiwan. Come ti senti ad avere la tua unica fonte di capacità di fusione a Taiwan in questo momento? Voglio dire, questo è un rischio geopolitico. E come abbiamo sostenuto fin dall’inizio, il mondo ha bisogno di una catena di approvvigionamento più resiliente e geopoliticamente equilibrata. Quindi stiamo vedendo molto entusiasmo per sostenerci in quel mercato. “

Dopo questo, Morris Chang, in un’intervista per il quotidiano locale United Daily News (UDN). Alla domanda se Pat Gelsinger sarà in grado di riportare Intel alla sua precedente grandezza, Chang ha risposto senza mezzi termini che il suo pari nel settore ha già sessant’anni, quindi era abbastanza grande. per non avere abbastanza tempo per raggiungere l’alto obiettivo.

Secondo gli standard interni di Intel, i dirigenti dell’azienda vanno in pensione non appena raggiungono l’età di 65 anni. Ciò significa che Gelsinger avrebbe normalmente solo cinque anni per mantenere le sue promesse. Tuttavia, Intel ha modificato questa regola più e più volte in rari casi. Se Pat è in grado di mostrare una crescita abbastanza positiva nei prossimi 4-5 anni, quasi sicuramente otterrà un’estensione.

Per ora l’arrivo di Pat ha cambiato parecchio il presente e il futuro a breve termine dell’azienda, quindi se tutto continua fino ad ora, è logico pensare che Intel non farà a meno di lui una volta raggiunti i 65 anni.

attraverso: Tempi hardware

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.