Le azioni di Intel sono salite alle stelle oggie non è per niente, ed è solo che Mark LipacisJefferies, un analista di Jefferies, ha modificato la sua valutazione intorno alle azioni di Intel, che sono passate da “sottoperformance” a “hold”, che tutti stiano a guardare e non vendano le loro azioniQuesto perché il valore delle azioni è destinato a crescere, ed è quello che stiamo già vedendo, dove al momento della scrittura le azioni già costano quasi 61 dollariVoglio dire, sono cresciuti del 2,3% ad una capitalizzazione di mercato di 256,13 miliardi di dollari.

Il motivo di tutto questo?c’è la speculazione di un potenziale “cambiamento drammatico“alla Intel tra il 2020 e il 2021. Intel sta apportando cambiamenti da oltre un anno, a partire dalla promozione dei talenti esterni, e ha assunto il Gary Pattonex Chief Technology Officer (CTO) di GlobalFoundries, e ha preso Jim Keller in personaIl creatore dell’architettura AMD Zen. Raja Koduri era un altro grande nome che suonava forte, o Murthy RenduchintalaDirettore di Ingegneria alla Qualcomm.

Se con una mano hanno assunto nuovi talenti, con l’altra li hanno licenziati, come Rajeeb HazraIl nuovo dipendente dell’azienda, il vicepresidente aziendale del gruppo Intel Data Center e direttore generale del gruppo Business and Government, è stato licenziato a novembre. Ora è stato rivelato che non solo sono arrivati nuovi volti, ma che Intel sta preparando una ristrutturazione interna che cambierà radicalmente le cose come le conosciamo.

Anche se i dettagli sono scarsi, si parla di unUna ristrutturazione volta ad aumentare i profitti di Intel. L’analista ipotizza che la ristrutturazione potrebbe avvenire sotto forma di la cessione del business della memoria (Optane), tagliando le spese generali e amministrative e, cosa interessante, vendere le loro fabbriche ad un rivale per passare ad un modello senza fabbrica. Cioè, funzionerebbe proprio come AMD, loro progettano il silicio, e una fonderia ha il compito di dargli vita.

Con questo metodo, se lo volessi, Intel non solo potrebbe fare il salto a 7nm quest’annoPotrebbe anche sfruttare i 5 nm di TSMC, e cioè se aspettiamo le fabbriche di Intel, non vedremo i 7nm fino al quarto trimestre del 2021. Se a questo aggiungiamo che ha problemi di produzione di CPU a 10nme che hanno anche problemi con 14nmIl modello “fabless”, che non sarà risolto fino al 2021, sembra essere interessante anche per un gigante come Intel.

Quando il fiume suona, l’acqua trasporta, quindi si tratterà di aspettare di vedere se questo sarà finalmente realizzato.

via: Wccftech