Intel rilascia driver Linux che migliorano le prestazioni per watt delle sue iGPU fino al 43%.

Intel sta mettendo tutta la carne sul tavolo quando si tratta di controller grafici, e non c’è da meravigliarsi, dato che l’azienda sta già facendo i compiti a casa in modo che la grafica dedicata Intel Xe fornisca prestazioni eccellenti fin dal primo giorno disponibile sul mercato. Una prova di ciò si può vedere in Linux dopo l’ultima versione dei driver grafici per le sue schede grafiche integrate (iGPU), dove è stata implementata una nuova scala di frequenza P-State utilizzata nei processori dell’azienda.

Gli architetti di questo sono stati il team Intel legato ai driver Open Source e il post è stato pubblicato da Francisco Jerez, che guida questo team.

Quando è integrato nell’iGPU, migliora significativamente le prestazioni grafiche e l’efficienza. Sintonizzando il P-State per una migliore efficienza energetica della CPU in scenari TDP limitati, in un Razer Blade Stealth, con grafica Ice Lake, le prestazioni della grafica grezza sono migliorate di circa il 15%, mentre le prestazioni per watt consumato, misurate dal modello RAPL (metriche e meccanismi di misurazione della potenza), sono migliorate di circa il 43%.

Ovviamente, nella migliore delle ipotesi, ma tutte le iGPU Intel sono compatibili con lo stato P. Mentre altri modelli più vecchi possono presentare un lieve miglioramento, guardando al futuro, con il lancio di iGPU più potenti come Tiger Lake (Intel Xe), e la grafica desktop, in quanto questo miglioramento dei driver garantisce un buon margine di prestazioni in aggiunta a quanto previsto.

vía: Phoronix

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *