Intel Saphire Rapids: AVX-512, AMX e HBM2e sotto forma di “DLC” a pagamento

Le indiscrezioni sono state confermate, e questo implica che con l’uscita del Intel Sapphire Rapids arriverà quello che è stato battezzato come un “DLC“pagato, ed è che una volta acquistata una CPU, si può fare vari pagamenti aggiuntivi per sbloccare funzionalità inaccessibili dalla fabbrica.

Secondo quanto riferito, questi DLC a pagamento sono legati all’accesso alle istruzioni. AVX-512accedi a un altro set di istruzioni come l’Advanced Matrix Extension (AMX), incentrata sull’Intelligenza Artificiale (la controparte CPU di Nvidia Tensor Core), e si ipotizza persino che tu possa anche pagare per sbloccare una maggiore capacità di memoria HBM2e.

Per ora nulla di tutto ciò è ufficiale, quindi sarà molto interessante conoscere i motivi che Intel annuncerà per farlo. Secondo le ultime indiscrezioni, la sua nuova generazione di CPU per data center e server, Sapphire Rapids, è in grado di resistere ai più avanzati processori AMD EPYC ma adottare una tale politica potrebbe essere spararsi a un piede, a meno che a livello di prezzo non sia molto giustificato e viene addebitato un piccolo extra per l’accesso, ad esempio, alle istruzioni dell’AVX-512, poiché il suo utilizzo non è diffuso, ma è evidente che è già un punto negativo rispetto al suo rivale se così non fosse.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.