Lo studio legale Hattis & Lukacs ha presentato un emendamento alla propria class action contro Western Digital includendo la tecnologia SMR nella loro linea di hard disk WD Rete concentrati su server NAS. L’emendamento aggiunto cinque nuovi attori, i cinque nuovi membri, e include importanti dettagli tecnici aggiuntivi.

Promemoria: Il problema di usare la tecnologia SMR è che sono un paio di hard disk più lento perché l’informazione viene letta nelle tracce che si sovrappongono, che aumenta anche la possibilità di perdita di dati, dal momento che se l’auto ha un problema, questo problema non colpisce solo una singola traccia con informazioni, come avviene nel WRC, ma che agisce su tutte le tracce sovrapposte allo stesso tempo e questo non è ciò che si desidera che qualcuno che memorizza le informazioni di vitale importanza, e, ovviamente, un disco rigido SMR è più economico da produrre una WRC.

In quanto alla velocità, è dovuto alla ripresa di valore di un singolo settore di 4KiB di solito implica che devi leggere e riscrivere un’intera area di 256MiB.

La class action americana originale (c’è anche un canadese) è stato un singolo attore chiamato Nicholas Malone, Wisconsin. L’emendamento introduce cinque nuovi attori, ciascuno di un diverso stato, e racconta la storia di ogni attore in dettaglio.

La causa si basa pesantemente, infatti, quasi esclusivamente – nella presunta pubblicità ingannevole da parte di Western Digital. È per questo motivo che indica che Western Digital ha violato la Legge di Risorse Legali della California, i Consumatori, la Legge di Pubblicità ingannevole, la Legge contro la Concorrenza Sleale e lo Stato di Protezione del Consumatore. La tuta sostiene che tutti i ricorrenti dovrebbe essere in grado di citare in giudizio sotto la legge della California (dove Western Digital ha la sua sede, ma si prevede di coinvolgere anche i paesi di provenienza dei richiedenti, se necessario.

Se questa causa, riesce a ottenere un’ingiunzione permanente che vieta Western Digital annuncia unità SMR come appropriato per l’uso in NAS darà un forte esempio per tutta l’industria dello storage, inoltre, che Toshiba o Seagate sono anche stato accusato di aver effettivamente lo stesso movimento.

via: Arstechnica