Alla fine dello scorso mese di aprile, Nintendo confermato che era stato vittima di un attacco, e che almeno 160.000 utenti erano stati colpiti ma ora è noto che l’azienda non era preciso con questa figura, come hanno totalizzato almeno 140.000 utenti interessati in aumento la cifra di 300.000 interessati.

In un aggiornamento sul loro sito web di supporto per il Giappone, Nintendo ha detto che aveva reimpostare l’ID di rete Nintendo (NNID), e le password degli account di Nintendo per questi utenti, oltre a entrare in contatto con loro. Inoltre ha indicato che ha preso i rimborsi per la maggior parte dei clienti il cui account è stato utilizzato per effettuare pagamenti non autorizzati e, secondo Nintendo, 300.000 persone è meno dell’uno per cento di tutti gli utenti del NNID.

Nel mese di aprile, la società era già stata duramente criticata come rispondere troppo tardi per una crescente ondata di denunce da parte di utenti che avevano indicato che qualcuno ha avuto accesso al loro account. L’azienda ha riconosciuto il 24 aprile che c’era un problema di sicurezza e disabili l’accesso all’account utilizzando il NNID come metodo di login, che è ancora oggi.

Durante la filtrazione, gli aggressori guadagnato l’accesso alle informazioni private degli utenti: nome e cognome, data di nascita, indirizzo postale e l’indirizzo email utilizzato per la registrazione dell’account. Anche se non abbiamo potuto accedere ai dati della carta di credito o carta di debito, sì potrebbe essere utilizzata per effettuare pagamenti (oltre a Paypal account collegati), che ha dato luogo ad una ondata di acquisti di V Dollari la valuta virtuale di Fortnite.

via: Eurogamer