L’RX 7900 XTX e l’RX 7900 XT aumentano il loro prezzo al livello dell’RTX 40

Manca poco più di una settimana prima che tutto venga rivelato sul La nuova RX 7000 di AMDCome sempre, i dati più interessanti su queste schede grafiche compaiono in Cina. Logicamente stiamo parlando del prezzo, un fattore differenziante ampiamente osservato da ogni videogiocatore in dubbio. Il problema è che se ciò che si vede si realizza… La scelta di una GPU AMD o NVIDIA sarà qualcosa, ancora una volta, più in termini di prestazioni e consumi rispetto a quanto costano, perché il prezzo del RX 7000 è cresciuto ed è salito alle stelle direttamente.

La Cina è sempre avanti e ancora una volta il paese asiatico rivela cosa può aspettarsi il resto del mondo da queste GPU. In questa occasione, quello che vedremo sono i prezzi di prevendita, quello che di solito chiamiamo qui la riserva delle schede grafiche e no, non sono legati al prezzo consigliato…

Il prezzo della RX 7000 è salito alle stelle a livello di NVIDIA

Sono i primi dati concreti e da rivenditore, ma non è di buon auspicio, ed è anche vero che ci sono già voci di conseguenza sul fatto che i prezzi andranno molto di pari passo, almeno nei modelli custom. Più che del modello, dovremmo parlare della serie, per la precisione di PowerColor e dei suoi Hellhound e Red Devil:

RX-7900-XTX-RX-7900-XT-prezzo

  • PowerColor Radeon RX 7900 XTX Red Devil: 11.399 yuan (1.622 dollari o 1.537,90 euro tasse escluse)
  • PowerColor Radeon RX 7900 XT Hellhound: 9.788 yuan (1.393 dollari o 1.320,77 euro tasse escluse)
  • PowerColor Radeon RX 7900 XT Hellhound: 8.688 yuan (1.236 dollari o 1171,91 euro tasse escluse).

Come possiamo vedere, questi sono lontani dal prezzo consigliato, soprattutto nel modello più potente, che è salito alle stelle di prezzo rispetto alla versione di riferimento. di oltre il 60% posizionandolo allo stesso livello dell’RTX 4090 con una gamma simile in termini di qualità e prestazioni.

Il mercato cinese ha tasse aggiuntive, è questo il motivo dell’aumento dei prezzi?

Senza dubbio ha una parte importante, ma non è del tutto giustificabile. Qui entra in gioco il secondo fattore: la disponibilità. Qui AMD sta giocando secondo il suo mercato di riferimento, perché anche se è stato detto così ci sarebbe una fornitura sufficiente di schede graficheAlmeno per la Cina questo potrebbe non essere il caso per la prima volta da molti anni.

A seguito della revoca dell’NDA, i modelli Reference verranno lanciati in tutto il mondo e, come riportato due settimane dopo, per fine anno o inizio 2023il resto dei modelli personalizzati dei produttori, un lancio sfalsato a tutti gli effetti.

Ma questo non sembra bastare, perché si dice che il numero di unità sia molto limitato anche dagli AIB, quindi il prezzo di entrata sarebbe molto più alto per una tale carenza, almeno in Cina. Si ipotizza che in nel resto del mondo questo potrebbe essere diverso e l’offerta potrebbe essere leggermente migliore, adeguando maggiormente il prezzo alla realtà. Vedremo dal 13 di questo mese se ciò finirà per essere soddisfatto o meno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *