La verità è che la questione dei condensatori di NVIDIA RTX 3080 e RTX 3090 sta dando molto di cui parlare. MSI voleva uscire prima della polemica e ha indicato che le sue schede grafiche non hanno problemi a causa dei condensatori. Inoltre, MSI indica nella dichiarazione che non esiste una revisione “v2” del suo RTX 3080 e del suo RTX 3090.

MSI indica che alcune immagini della sua grafica con diverse impostazioni del condensatore provengono dalla pre-produzione. Dai, l’azienda non ha in programma di avviare una revisione con modifiche alla configurazione del condensatore. I modelli MSI sul mercato sono i modelli finali, che sarebbero stati modificati prima di essere lanciati sul mercato.

Ora è MSI che esclude problemi ai condensatori nell’RTX 3090 e nell’RTX 3080

L’azienda ha voluto mettere in chiaro che la polemica non ha molto a che fare con la realtà. Hanno evidenziato che la combinazione di condensatori SP-CAP e MLCC consente di sfruttare i punti di forza di entrambi i tipi di condensatori. Indicano inoltre che dopo il rilascio degli ultimi driver non ci sono problemi di prestazioni.

MSI ha appreso da clienti, revisori e integratori di sistema che l’instabilità può verificarsi quando le frequenze principali delle schede grafiche della serie GeForce RTX 30 superano un certo limite. L’ultimo driver grafico di NVIDIA, la GeForce 456.55, include correzioni per questo problema. Questo è il motivo per cui MSI consiglia ai proprietari di una scheda grafica GeForce RTX serie 30 di aggiornare all’ultima versione dei driver grafici, che può essere scaricata dal sito Web ufficiale di NVIDIA GeForce.

MSI supporta le tue decisioni di progettazione per il suo portafoglio di schede grafiche GeForce RTX 30 Series, che comprende modelli GAMING e modelli VENTUS. MSI utilizza un raggruppamento di condensatori misti nei suoi progetti per beneficiare dei punti di forza sia degli SP-Caps che degli MLCC. Tutte le schede della serie MSI GeForce RTX 30 che sono state spedite dall’inizio della produzione, inclusi i campioni di analisi per i media, presentano le configurazioni PCB come mostrato nelle immagini aggiornate di seguito (qui l’azienda ha pubblicato il stesse immagini che possiamo vedere sul loro sito web, e non la pre-produzione “filtrata”).

MSI desidera ringraziare i clienti, i revisori e gli integratori di sistema che sono stati informati di questo problema, così come NVIDIA per la loro collaborazione nel risolvere rapidamente il problema.

Dichiarazione MSI