La situazione di Intel nel mercato dei processori è piuttosto male, e la cosa sembra cattivo. La società ha annunciato che ha ritardato la litografia di 7nm da problemi nel processo di produzione. Secondo la società, è in ritardo di almeno 6 mesi dalla data inizialmente prevista. Per di più, Intel indica che i processori di 7nm sarebbero almeno 12 mesi dietro l’obiettivo.

Ricordiamo che Intel ha sempre parlato di 7nm come una litografia per “andando meglio del previsto”. Anche se, infine, il 7nm avrebbe problemi e la sua produzione non è attualmente sostenibile economicamente. Come presto, quindi, 7nm Intel sarebbe arrivato a fine 2022 o all’inizio 2023.

Intel ora ha seri problemi con la 7nm

Il tempo di produzione di Cpu con la società, nell’ambito del processo di fabbricazione di 7nm, è stato rimandato di circa sei mesi, in relazione alle precedenti aspettative. Il monitor principale dietro di esso è la rappresentazione del processo di produzione di 7nm Intel, che secondo recenti dati, è ora di circa dodici mesi dietro l’obiettivo interno della società.

Durante la chiamata per gli investitori

Bob Swan, CEO di Intel, è stata quella che ha rilasciato queste informazioni durante la chiamata per gli investitori. Durante la chiamata ha indicato che essi hanno identificato un “default mode” nella produzione 7nm. Ha inoltre messo in luce che hanno investito in “piani di emergenza”, che sarebbe basato sull’uso come fonderie TSMC. È probabile che la GPU Ponte Vecchio sono, in parte, prodotto da TSMC.

Inoltre, hanno confermato che i processori Ontano Lago-S @ 10nm è arrivato nella seconda metà del 2021. Tutto questo aumenta i problemi della società che sono molto difficile competere con i processori AMD.

Che cosa ha di AMD favore è che non è necessario investire in R & D per i processi di fabbricazione per non avere un piatto di loro. Ma questo può essere un problema, se non dire che NVIDIA, che è stato costretto a fare una vita. Aver gettato in sé ha i suoi buoni e i suoi cattivi parti.

Fonte: wccftech