Una nuova resina moltiplica per 30 la velocità delle stampanti 3D

Scienziati del Scuola Politecnica Federale di Losanna (EPFL), in Svizzera, hanno dimostrato una nuova tecnologia di stampa 3D che ridurrà drasticamente i tempi di stampa. Per questo, il cosiddettoresina fotopolimerizzabile” insieme a fasci di luce che si intersecano per solidificare con precisione aree specifiche della resina. Nei loro test, gli scienziati hanno scoperto che potevano produrre una figura campione 30 volte più veloce rispetto alle tradizionali tecniche di stampa 3D additiva.

Questo metodo di stampa 3D, che utilizza la luce per indurire aree selettive di resina, è stato ideato per la prima volta all’EPFL circa cinque anni fa. Gli scienziati hanno impiegato così tanto tempo per perfezionare il processo e sono fiduciosi nei loro risultati, vantandosi che la loro stampante 3D è “uno dei più veloci al mondo“, che consentirà così agli amanti della stampa 3D di creare i propri accessori, figure, oggetti e un lungo eccetera, lasciando dietro di sé un processo piuttosto lento di fabbricazione di un oggetto strato per strato, con tempi di asciugatura o presa che aggiungono tempo. oltre alla stampa .

“Versiamo la resina in un contenitore e la giriamo. Quindi puntiamo la luce sul contenitore con diverse angolazioni, il che fa sì che la resina si solidifichi dove l’energia immagazzinata nella resina supera un certo livello. È un metodo molto preciso e può produrre oggetti con la stessa risoluzione delle tecniche di stampa 3D esistenti”, ha spiegato il professor Christophe Moser.

“Con la resina opaca, abbiamo perso molta risoluzione nell’oggetto stampato”, ha affermato Jorge Madrid-Wolff, uno studente. “Così abbiamo cercato di trovare una soluzione che ci permettesse di realizzare oggetti con questa resina ma senza perdere i vantaggi della nostra stampante 3D”.

Per avere un’idea di quanto sia veloce la stampa 3D volumetrica, gli ingegneri dell’EPFL hanno già stampato in 3D un minuscolo modello di Yoda in soli 30 secondi. Con una macchina SLA standard, la stessa build ne avrebbe richiesti alcuni dieci minuti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.