Sono ancora a venire alla luce, più prove di prestazione di AMD Ryzen 3 4300U il processore più di base offerti dalla società, nella famiglia di processori mobili Ryzen 4000 @ 7nm. Ricordiamo che questo processore offre 4 core e 4 thread di elaborazione per una frequenza di Base/Turbo 2.70/3.70 GHz con 6 MB di memoria cache, una grafica AMD Radeon Vega 5 con 320 Stream processor @ 1400 MHz e un TDP di 15W.

Mentre è ovvio che si perde il resto dei loro fratelli, ciò che è più interessante è vedere come si comporta rispetto ad uno dei suoi diretti rivali, il Intel Core i7-1065G7 (4 core, Sunny Cove @ 10 nm + 8 thread @ 1.30/3.90 GHz con TDP di 15W), dove il processore minimo più di base di AMD supera il processore top di gamma Intel serie Lago di Ghiaccio.

I processori di AMD sono stati analizzati con l’attrezzatura Acer Swift 3 SF314-42 con diverse varianti (a 11 ore di durata della batteria a 15,7 mm di spessore e 1,19 kg), mentre il processore Intel CPU è stata testata in un Dell Inspiron 15 5000 (fino a 7 ore di autonomia in 18,72 mm di spessore e 1,64 kg).


Ryzen 3 4300URyzen 5 4500URyzen 7 4700UCore i7-1065G7
Cinebench R20 MT1413193124721320
CPU-Z 1.92.2 ST464490515415
CPU-Z 1.92.2 MT1847277535751890
CPU-Z 1.92.2 (3 min di stress)1660232529401665
Blender 2.83 (Ryzen Benchmark)01:04:0000:43:0000:34:0001:11:00

E come si può vedere, il Ryzen 3 4300U e Core i7-1065G7 c’ una performance molto anchee che il Core i7 è due volte il thread grazie all’HyperThreading, e nonostante questo, la loro performance è praticamente uguale a quella delle CPU AMD, grazie a una maggiore performance per core.

Rispetto al Ryzen 5 4500U e il Ryzen 7 4700U (8 core e 8 thread @ 2.00/4.10 GHz) a presto per commentare vedere le specifiche di ogni non, quindi è normale che l’enorme differenza di prestazioni. Senza dubbio, il Ryzen 7 4300U è un ottimo processore per computer molto di base o ultra-portatili dove viene richiesto il versamento di pochi soldi, ma con una potenza sufficiente per ogni strumento di lavoro o di uso multimediale.

via: TechEpiphany