Come riparare un cellulare bagnato? È uno dei problemi mobili più frequenti e una domanda che viene posta spesso anche dagli utenti di Internet. Ti sei trovato nella situazione con il tuo smartphone bagnato che non si accende più o non si carica? Sfortunatamente, è molto più comune di quanto immaginiamo. Un incidente di questo tipo può verificarsi in qualsiasi momento, quindi è conveniente avere un assicurazione mobile. Se non ce l’hai, è inevitabile che ti preoccupi, poiché non esiste davvero una soluzione totalmente efficace.

Prima di tutto, la cosa più importante è mantenere la calma e, in secondo luogo, ti consigliamo di mettere in pratica alcuni dei consigli che ti daremo. E, sebbene ci siano sempre più telefoni cellulari con certificazione di impermeabilità, al momento non sono al 100% della flotta di telefoni attivi. Questo combinato con l’arrivo dell’estate, e le sue corrispondenti visite in piscina, può far venire il mal di testa a più di uno, perché: cosa fare nel caso in cui lo smartphone cada in acqua?

La prima cosa è mantenere la calma. Sappiamo già che è difficile, sì … Molti di noi hanno perso un cellulare perché è stato versato del liquido su di esso, perché è caduto accidentalmente nel lavandino, perché si è bagnato sotto la pioggia o ci siamo dimenticati di tirarlo fuori dalla tasca per entrare in mare.

Quando il nostro cellulare si bagna accidentalmente e improvvisamente vediamo come non si accende più o non carica correttamente la batteria, molte volte proviamo a rianimarlo in qualche modo, oppure usiamo strategie che possono peggiorare la situazione. Ecco perché è conveniente tenere conto di alcune cose che non dovremmo mai fare in questa situazione. Sono i primi che elencheremo.

Cosa non dovresti fare con il tuo cellulare bagnato

Ci sono alcuni comportamenti che dobbiamo evitare a tutti i costi con il nostro cellulare bagnato. Uno dei più importanti è non utilizzare mai la ricarica wireless. A priori, può sembrarci una soluzione efficace quando non carica correttamente il nostro smartphone, tuttavia può essere la sua frase finale. Nel caso in cui l’umidità sia entrata nella batteria, questo tipo di carica può causare un cortocircuito interno. Questo può rappresentare un problema molto più serio.

Un’altra cosa che di solito facciamo con il nostro cellulare bagnato è usare il calore per asciugare l’acqua. Non è conveniente lasciarlo al sole o riscaldarlo con qualsiasi altro sistema (come un asciugacapelli). L’acqua di asciugatura può danneggiare i componenti interni del cellulare. Ecco perché anche questo deve essere evitato a tutti i costi.

Ma cosa fare allora con il nostro cellulare bagnato? Ecco alcune indicazioni su cosa puoi provare a fare. Tenendo conto di due possibili scenari: quando il cellulare ha resistenza all’acqua e quando no.

Mobile resistente all’acqua, cosa fare se si è bagnato e non funziona?

In linea di principio, uno smartphone con resistenza all’acqua dovrebbe essere preparato per queste situazioni, quindi non dovrebbe causare problemi o guasti. Ma ci sono momenti in cui accade qualcosa di inaspettato. Un problema comune con questi cellulari dopo essersi bagnati è che non possono essere caricati. Quando proviamo a caricarlo, possiamo persino ricevere un messaggio che dice “L’umidità è stata rilevata”. Questo non è davvero un problema, poiché un produttore che garantisce l’impermeabilità si è assicurato molto bene che il cellulare non possa essere danneggiato da questa causa.

Il più comune è avere un file mobile con resistenza IP68, quindi devi capire i limiti che hai. Può essere immerso fino a un metro di profondità e per un massimo di 30 minuti. Se la protezione è IP67 è sicuro contro gli spruzzi d’acqua ma non è possibile immergerlo.

Se abbiamo rispettato i limiti, perché il nostro cellulare non si ricarica correttamente? La causa principale è per la sicurezza, poiché hanno un rilevatore di umidità nella porta per prevenire la corrosione. Quando il cellulare rileva livelli di umidità superiori ai valori stabiliti, il sistema di ricarica non funziona per garantire che non ci siano cortocircuiti o corrosione. Devi solo aspettare un po ‘perché questi livelli diminuiscano. La ricarica funzionerà di nuovo senza problemi.

Mobile senza resistenza all’acqua, cosa fare se si è bagnato e non funziona?

Se il tuo cellulare non è impermeabile, il fatto che abbia smesso di funzionare è il più previsto e logico. Devi capire che in questi casi non ci sono soluzioni magiche, e la cosa migliore da fare è avere pazienza e non peggiorare le cose.

È importante lasciarlo asciugare, ma come abbiamo accennato prima, senza commettere l’errore di lasciarlo al sole o asciugarlo direttamente con il mobile. Va fatto naturalmente lasciandolo in un luogo asciutto. Con un panno asciutto possiamo cercare di rimuovere le gocce d’acqua e ogni traccia di umidità.

Se vediamo ancora che c’è ancora umidità nella porta di ricarica, dobbiamo fare tutto il possibile per estrarla in modo che non entri completamente all’interno. Per questo bisogna ricorrere al classico metodo del riso. Per realizzarlo dobbiamo mettere il nostro cellulare in una ciotola piena di riso e aspettare per vedere se l’umidità scompare. Successivamente, dovremo riavviare il cellulare per vedere se ci consente di caricarlo. Se ancora non funziona, dovresti anche provare a riavviare in modalità provvisoria, perché potrebbe non esserci umidità ma c’è un bug nel software.

Se dopo aver provato tutto questo ancora non funziona, non avrai altra scelta che andare al servizio tecnico per dare un’occhiata e dirti cosa succede. Consigliamo di non giocarci, provando soluzioni che possono essere controproducenti causando danni maggiori.