Il bypass GeForce RTX 30 LHR sbloccherà presto l’80% della GPU per il mining

Un paio di settimane fa abbiamo annunciato che lo strumento software NBMiner era riuscita a superare parzialmente la protezione dal mining che Nvidia ha aggiunto alle sue GPU GeForce RTX 30 LHR (Low Hash Rate), ed è che attraverso questo semplice strumento, le GPU in grado di eseguire il mining, invece di offrire il 50% di prestazioni rispetto al mining delle GPU originali Ethereum, ora in grado di offrire fino al 70% di questa performance.

Quel 70% sarà a breve un ricordo del passato, poiché le ultime indiscrezioni indicano che lo strumento verrà aggiornato”imminente” offrire una resa di almeno l’80 percento, mettendo in chiaro che l’obiettivo finale è quello di offrire un rendimento vicino al 100%, inducendo così i minatori ad acquistare solo GPU di gioco per il mining di Ethereum invece di ricorrere a Nvidia CMP, che con prezzi gonfiati e, senza uscite video, sono un problema serio quando si rivenderanno queste GPU in futuro rispetto a una GeForce RTX 30 LHR che potrete vendere ai videogiocatori.

Al momento in cui scrivo, Ethereum si aggira intorno $ 3,180, una crescita enorme dai $ 1.740 che si aggiravano alla fine di luglio e circa $ 1.000 dal raggiungere un nuovo massimo storico. A causa del fatto che la redditività è notevolmente aumentata, l’estrazione di questa criptovaluta è tornata popolare.

attraverso: La legge di Moore è morta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *