Il PC subisce il calo più grande degli ultimi 9 anni e non si riprenderà fino al 2024

Quando il COVID-19 è entrato nelle nostre vite, queste sono cambiate per la stragrande maggioranza delle persone, dovendo stare a casa a telelavorare o studiare online. Con questo è arrivato un cambiamento, ovvero che le vendite di PC e laptop sono aumentate notevolmente. Tuttavia, attualmente è il contrario, perché in 2022 è previsto il più vecchio far cadere di spedizioni di pc laptop e workstation per 9 anni.

Quei tempi in cui non potevamo uscire di casa e dovevamo evitare di socializzare all’aperto per evitare di essere contagiati, sono finiti. Sebbene il virus sia ancora con noi, nella maggior parte dei paesi del mondo possiamo già condurre una vita normale. Ciò significa che non siamo obbligati a rimanere chiusi in casa (a meno che tu non sia infetto) e, quindi, la gente non pensa più tanto all’acquisto di un nuovo computer o miglioralo. Questo periodo, mentre è durato, ha visto una crescita record per il settore, ma ora che sta volgendo al termine, il colpo sta tornando e un calo della domanda è imminente.

Si stima che le spedizioni di PC diminuiranno di quasi il 13% nel 2022

L’anno 2022 sarà difficile per l’industria dei semiconduttori e dei PC, secondo le stime di analisti IDC sono abbastanza negativi. Ed è che, questi prevedono a calo a due cifre delle spedizioni PC. Secondo IDC, raggiungeremo livelli che non si vedevano da un decennio, indicando che il calo è molto grave. Si stima infatti che in tutto il mercato dei pc (compresi laptop e workstation), le spedizioni diminuiranno del 12,8% rispetto allo scorso anno, con un totale di 305,3 milioni di computer per tutto il 2022. Inoltre, il compresse sperimenterà anche un calo delle loro spedizioni, raggiungendo 156,8 milioni cioè un 6,8% in meno. Le cause sono varie e ampiamente note, poiché ne abbiamo discusso in numerose occasioni.

Vendite di Tablet PC autunnali 2022

La situazione di recessione economica e inflazione a livello globale, il costi in aumento in tutto, compreso l’hardware e il fatto che le persone danno la priorità ad altre cose più di un nuovo computer. Con questo, il calo delle spedizioni di PC nel 2022 era qualcosa di prevedibile. Quindi, un totale di 462,1 milioni di spedizioni (PC + tablet) per tutto il 2022 e, se osserviamo la tabella IDC, sono previste perdite in tutti i settori. Ad esempio, nel settore della consumo vediamo una riduzione di 9,9% nel 2022, il settore pubblico crolla con a 20,3% meno, nel PMI si osserva una goccia 10,5% e, infine, nel Affare solo uno 1,6%.

Il ritorno di Windows 10 per le aziende potrebbe aumentare la domanda

Supporto per Windows 10 Enterprise 2025

Non tutto è negativo, dal momento che il direttore della ricerca di IDC, Jitesh Urbani, ha affermato che, sebbene la domanda sia in calo, le stime delle spedizioni sono ancora migliori rispetto a prima della pandemia. Ed è quello, c’è un asso nella manica di cui si prenderà cura aumentare le spedizioni e questo non sarebbe altro che i moribondi Windows 10. Sì, quello che è praticamente morto senza aggiornamenti per i consumatori, per gli imprenditori è fondamentale. Ed è quello, Microsoft ha promesso che avrebbe offerto Altri 3 anni di aggiornamenti sicurezza per Windows 10 Enterprise.

Quindi da ottobre 2025, ufficialmente non ci sarà supporto per questo sistema operativo. Ciò significa che le aziende dovranno farlo aggiornare o acquistare nuovi PC Y 2024 sembra essere il momento ideale prima che sia troppo tardi. È proprio in questo momento che Urbani lo stima Le spedizioni di PC aumenteranno lentamente, come la lenta ripresa economica. Aspettati anche il passaggio a windows 11mentre la versione precedente si avvicinava alla fine, ha innescato un’impennata nella domanda dei consumatori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.