Il Soc ARM di Apple per Mac promettono un grande miglioramento nella grafica rispetto alla Cpu di Intel

La prossima 22 giugno durante la conferenza mondiale degli sviluppatori WWDC20, Apple ha fatto un annuncio importante, ed è che, oltre ai sistemi operativi iOS 14 e iPadOS 14, accoppiato ad altri sistemi, la società annuncerà l’inizio di una transizione verso l’uso dei propri processori Apple A14 @ 5nm per le macchine Mac e MacBook, che significa l’inizio dell’abbandono dell’architettura x86 di mano di Intel. Inoltre, Apple potrebbe mantenere il sistema operativo MacOS ma avrebbe chiesto agli sviluppatori di preparare le versioni di significato per il BRACCIO.

Come rivelato dalle fonti, almeno uno dei tre processori designer per il PC verrà offerta una configurazione 12 core, che sarà diviso in otto-core ad alte prestazioni (nome in codice: Firestorm) accanto a quattro core a bassa potenza (nome in codice: Icestorm) con l’efficienza energetica e basse temperature. Come confronto, il SoC Snapdragon 8cx Qualcomm offre 4 core ad alte prestazioni + 4 core per un efficiente dare la vita per i computer portatili di Windows e, perché negarlo, questo ha portato ad un basso rendimento e c’è stata riflessa la sua popolarità nel mercato promettente per combattere con Intel, e in realtà non abbiamo visto quasi tutti i prodotti per la vendita.

Per fortuna con Apple questo non sarà così, e che gli ultimi rapporti indicano che Apple ha testato internamente primo Mac con processori ARM e che, nel confronto con i loro omologhi con processori Intel, non c’è “grandi miglioramenti nelle prestazioni grafico e Intelligenza Artificiale“. Come previsto, c’è anche un notevole miglioramento in termini di efficienza energetica, il che significa che il Macbook sarà ancora più sottile e leggero, senza compromettere l’autonomia del team.

In termini di prestazioni della CPU, si deve ricordare che all’inizio dell’anno è venuto voci che Apple A14 sarebbe più potente di un processore Intel Core i7-8850H (6 core + 12 thread di @ 2.60/4.30 GHz), quindi non è una brutta cosa.

via: Driver

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *