Norton Antivirus ti consente già di minare Ethereum, anche se non è affatto redditizio

Un paio di mesi fa è stato annunciato che Norton avrebbe implementato nel suo antivirus uno strumento di mining chiamato Norton Crypto, e come previsto, non è stato ben accolto, anche se in sostanza perché la redditività è molto bassa, perché il minatore Norton addebita 15% di commissione per la piscina, quindi sarebbe stupido iniziare a minare lì, quando la maggior parte dei pool di Ethereum si carica tra 1 o 2% come piccola commissione allo sviluppatore del software di mining.

Anche fastidioso che lo strumento di mining non può essere disinstallato facilmente. Sebbene Norton Crypto sia disattivato di fabbrica, ti avverte delle ore in cui non usi il tuo computer e ti tenta di lasciarlo acceso e vincere “soldi GRATIS“, e sebbene Norton affermi che il suo strumento di mining sia sicuro e affidabile, la meccanica e l’etica dietro di esso sono piuttosto dubbie, così come qualsiasi problema di sicurezza che potrebbe portare a utilizzarlo per estrarre l’attrezzatura senza che l’utente ne sia a conoscenza.

Norton Miner verrà eseguito solo se soddisfa i requisiti di sistema di baseQuindi, se stai utilizzando un PC più vecchio o un hardware di fascia bassa, non dovrebbe funzionare. Quindi, mentre il minatore è opzionale, trasparente e gestito da una società di software (per lo più) rispettabile, lì finiscono gli aspetti positivi.

Forse il problema più grande è che Norton Crypto Esporrà gli utenti che non capiscono nemmeno come funzionano le criptovalute e ancor meno il miningQuindi è fondamentalmente mettere una carota di fronte a utenti inesperti con la promessa di “denaro gratuito” per non fare altro che lasciare il computer acceso. Ciò solleva ogni tipo di problema etico, sociale ed economico.

Se funziona e inizi a guadagnare milioni di dollari, è solo questione di tempo prima che altri fornitori di software seguano l’esempio.

attraverso: Il confine

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.