Samsung, i suoi 3 nm, la Cina e le criptovalute, verso un’altra bolla?

TSMC ha recentemente riscontrato vari problemi di ritardo nella produzione per il nodo a 3 nm e si è visto che dovrà stringere per raggiungere i suoi clienti. D’altro canto, SAMSUNG ha annunciato che c’è un secondo cliente per i chip 3 nminsieme al suo primo cliente che era un produttore di patatine fritte Y COSÌ C di estrazione. Tuttavia, questo aumenta la domanda e potrebbero non essere in grado di soddisfarla.

Samsung si trova in una situazione in cui ha appena lanciato il suo nodo 3nmGAAche promette di ridurre il consumo di energia e aumentare il prestazione notoriamente. Essendo il primo produttore di semiconduttori al mondo a debuttare con il 3nm, è normale che ci sia un forte richiesta inizialmente. Tuttavia, il suo primo cliente è stato inaspettato, un produttore cinese di chip minerari. Ora Samsung annuncia un secondo cliente, ma purtroppo non vediamo il suo nome pubblicato.

Il 3nm di Samsung darà vita ai chip di mining in primo luogo

Samsung ha annunciato che il suo nodo GAA a 3 nm sarebbe entrato in produzione di massa il 30 giugno, promettendo il Prime spedizioni a fine luglio. Così, il suo primo cliente avrebbe ricevuto i nuovi chip che promettevano grandi miglioramenti in termini di prestazioni ed efficienza. Questo sarebbe il produttore di chip minerari Pansemi (Shanghai Pansemi Semiconductor Technology Co., Ltd.). Di questo possiamo dire che lo sarà il primo al mondo nel poter testare questi 3 nm nei loro prodotti commerciali.

La scelta tra tutti i possibili clienti di questo innovativo processo 3nm di Samsung e che si tratti proprio di una società di cryptomining, ci dà spunto di riflessione. E se Samsung si aspettasse davvero un boom minerario? Forse pensano che il di valore del criptovalute carica di nuovo e con esso ne viene creato uno nuovo bolla speculativa. magari con lui ethereum che sta aumentando molto di valore ultimamente, possiamo supporre, poiché si avvicina alla fine tra pochi mesi. In ogni caso, il Bitcoin non si sta riprendendo allo stesso ritmo e, sebbene stia salendo, c’è ancora molta strada da fare prima che raggiunga il valore di prima crollo.

Ma non possiamo negare che attualmente il mining di criptovalute non sta attraversando un buon momento. Pertanto, con questo primo client di mining, Samsung spera che il domanda di questi chip è troppo breve. Inoltre, le società di estrazione dovrebbero aumentare il capacità produttiva di chip di mining con il processo a 3 nm e questo è tempo che non puoi permetterti di sprecare. Per questo motivo ha annunciato di avere un secondo cliente, al fine di completare il problema del mining.

Samsung avverte che la domanda cresce più della produzione dei suoi chip

Produzione di capacità della domanda di Samsung 3nm

A quanto pare, la scelta di questo secondo cliente ha notevolmente aumentato la richiesta di chip Samsung a 3 nm. Ed è che, secondo l’azienda, il domanda sta crescendo più velocemente della crescita della capacità di produzione. Fondamentalmente, siamo in una situazione in cui non sarà possibile continuare a produrre abbastanza per consegnare tutti i chip a entrambi i clienti. Ed è che, o la capacità di produzione aumenta, facendo sì che più impianti di produzione producano questi chip o ne vengano prodotti meno ordini di esso.

In questo momento, con solo due client di cui uno dedicato al mining, mette Samsung e i suoi 3 nm contro il muro. Detto questo, Samsung ha altre alternative per combattere la situazione. Ed è che Samsung sta attualmente producendo in serie la prima revisione del processo GAA a 3 nm, che migliora il prestazione in un 23% mentre si riduce il consumo in un Quattro cinque% e il la zona in un 16%. Inoltre, è previsto seconda generazione da questo nodo a 3 nm per 2024. Questo ci darà un aumento di prestazione di 30%una riduzione di la zona usato in a 35% e un consumo di energia un 50% in meno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.