Un nuovo BIOS MSI aumenta del 4% le prestazioni del Ryzen 7000

Solo un giorno dopo l’analisi ufficiale di tutti i principali siti mondiali, arriva MSI e ne lancia una nuova BIOS con una funzione piuttosto interessante che promette aumento il prestazione del Ryzen 7000. Questa funzione è nota come “Cambio di prestazioni“E sarà solo il prequel di ciò che il marchio ha preparato per questi nuovi processori.

Penso che non si possa negare che dal punto di vista del gaming i Ryzen 7000 abbiano deluso molto. Se è vero che i dati sono cambiati a seconda del raffreddamento utilizzato e della scheda madre, la media dice che sono al di sotto dell’onnipotente 5800X3D fiore all’occhiello come regola generale di AMD fino all’arrivo a inizio anno dei nuovi processori con 3D V-Cache, che, sì, competeranno magnificamente con Intel.

MSI Performance Switch, ecco come un BIOS aumenta le prestazioni del Ryzen 7000

Ebbene si, sembra che MSI abbia trovato all’ultimo minuto come migliorare le prestazioni medie di qualsiasi Ryzen 7000 con pochi piccoli passi. La funzione è denominata Cambio di prestazioni e sembra comportare i vantaggi del PBO insieme all’overclocking manuale.

Cioè, è come attivare Precisione Boost Overdrive e che allo stesso tempo sono consentiti alcuni adeguamenti da parte nostra. Come buon strumento, è catalogato all’interno dell’overclock e in questa sezione del nuovo BIOS possiamo trovarlo.

La novità non finisce qui, dato che potremo cambiare tra tre profili predefiniti che oscilleranno tra loro Livello 1, Livello 2 e Livello 3, ma perché MSI lo sta pubblicando ora e quali vantaggi porta? Bene, sembra che né il PBO né le impostazioni manuali separate delle prestazioni ottengano i risultati più ottimali ed è qui che entra in gioco Performance Switch.

L’obiettivo è utilizzare l’algoritmo AMD che consente regolazioni da parte dell’utente e in tre livelli di aggressività, offrendo il meglio di entrambi i mondi e migliorando le prestazioni.

Livello selezionato più alto, prestazioni più elevate

Performance-Switch-2

È interessante notare che a un livello più alto avremo anche prestazioni migliori, sì, ma la temperatura è un po’ alta nell’aria. I motivi sono la regolazione manuale che può essere effettuata alla tensione per la frequenza che si ottiene.

È stato commentato che con questi livelli e le relative impostazioni è possibile ottenere le migliori prestazioni fino al core, o rimanere vicino al tradizionale PBO Auto che lo potenzia sempre, e allo stesso tempo ottenere le migliori prestazioni in Mutithread, che di solito è ottenuto con le impostazioni manuali di overclock.

Performance-Switch-3

Non è che la differenza sia molta, perché di serie sono molto stretti e solo con un overclock estremo possiamo salire, ma per un utente normale con raffreddamento di fascia media o alta, si possono vedere risultati superiori al +4% rispetto a PBO automatico quindi è un miglioramento interessante con undervolt che può significare prestazioni ancora più elevate essendo in grado di spingere la frequenza un livello più alto.

I punti dei diversi benchmark rendono molto chiaro, non è aumentare le prestazioni in tutti gli scenari, è fare un set tra Filo singolo e filo multiplo più ottimale, ottenendo quel miglioramento generale in cui AMD era più debole.

Tre livelli di temperatura tra cui scegliere

PBO_limite_termico

Uno dei punti più controversi è la temperatura, e per questo motivo MSI consentirà di configurare e definire tre impostazioni che limiteranno l’algoritmo PBO: 85ºC, 75ºC e 65ºC. Apparentemente, e secondo i dati trapelati da MSI, il punto debole potrebbe essere a 75ºC o 65ºC, a seconda della CPU, dove il consumo scende, la temperatura rimane stabile e il punteggio e le prestazioni o vincono o sono molto alla coppia.

Dopo aver visto questo, non capiamo come AMD non lo faccia da solo Algoritmo PBO e AGESA è troppo semplice per il produttore e deve solo limitare la temperatura e seguire le SKU interne di frequenza/tensione di ciascun processore per ottenere dati o migliori o simili e per di più non generare così tante polemiche.

PBO-thermal-Point-limit-BIOS prestazioni Ryzen 7000

Vedendo ciò che MSI ha realizzato, potrebbero finire per prenderlo in considerazione e includerlo, almeno in Ryzen Master, perché è così semplice che è difficile per loro non includerlo in AGESA.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.