Recensione SSD PCI Express GoodRAM IRDM M.2 da 1 TB [Analisi completa in italiano]

Introduzione alle funzionalità SSD GoodRAM IRDM M.2

Le unità M.2 sono già la pietra angolare di qualsiasi computer moderno, in qualsiasi formato, sia per laptop, dove questo formato è stato senza dubbio un miglioramento importante, che per moderni sistemi compatti come il Nuc o qualsiasi computer desktop degno di questo nome, tutte le schede madri sul mercato attualmente montano uno di questi connettori per installare uno storage di qualità sulla scheda madre stessa.

Questo formato, soprattutto quello che vediamo nelle unità più recenti, 80 mm di lunghezza e 22 mm di larghezza, è quello che si è diffuso di più nel mercato interno e poco a poco è diventato l’opzione più economica per trovare capacità ragionevoli a prezzi ragionevoli come vedremo nella nostra recensione del GoodRAM IRDM M.2 1 TB di capacità.

Unità PCI Express 3.0 con NVMe

Lui GoodRAM IRDM M.2 Non è un’unità eccezionalmente moderna, utilizza un controller consolidato e una connettività PCI Express 3.0 che possiamo trovare nei computer da diverse generazioni, non è la più moderna, senza dubbio, ma è una combinazione che è ancora molto solvente e che è anche si traduce in un prezzo di entrata più abbordabile e normalmente anche in minori consumi e temperature di lavoro più accessibili.

Queste unità ci offrono collegamenti PCI Express 3.0 fino a 4x che si traduce in larghezze di banda fino a 32Gbps (8GT / s) con velocità reali fino a 3000-3500 MBps di velocità di trasferimento sostenuta in lettura e molto simili anche in scrittura.

Queste tipologie di drive sfruttano anche il protocollo NVMe, da tempo utilizzato nelle soluzioni professionali, che vanno dalla notevole riduzione delle latenze in lettura e scrittura oltre alla possibilità di utilizzare controller multi-core in grado di lavorare con operazioni di input e output. dati in parallelo. Sono le basi su cui sono state costruite tutte le moderne unità ad alte prestazioni, compresa anche questa unità che stiamo testando oggi.

Costruire unità di controllo in grado di eseguire questo calcolo parallelo con configurazioni di memoria SSD multistrato, multicanale e ad alta capacità è la base di queste unità ad alta velocità e ad alte prestazioni.

Il GoodRAM IRDM M.2 utilizza la versione NVMe 1.3c che è una revisione dello standard pubblicato nell’agosto 2018. È una revisione minore e non è la più recente da quando lo standard 1.4 è stato pubblicato a giugno dello scorso anno, sebbene oggi non ci sono unità domestiche che lo supportano. s) che si traduce in più di 3000 Mbps di larghezza di banda effettiva. Su unità SATA

Memorie e formato 3D TLC

Il GoodRAM IRDM M.2 È un’unità completamente convenzionale con il formato standard che ci aspettiamo per laptop e desktop, sebbene attualmente possiamo trovare formati più compatti, è raro che ne avremo bisogno in laptop o desktop di un formato più o meno convenzionale. Infatti altri formati come il 2260 o il 22110 sono praticamente in disuso, lasciando solo le lunghezze intermedie di 42 e 80mm, come quella di questa unità, come formati realmente accessibili.

GoodRAM ha integrato uno dei controller più affidabili che possiamo trovare con questa interfaccia, è specificamente un file Phison E12 (PS5012-E12), il predecessore dei controller PCI Express 4.0 dello stesso designer integrato e utilizzato in alcune delle migliori unità sul mercato con questa stessa interfaccia.

È un controller datato 2018, che ha iniziato ad essere integrato in unità ad alte prestazioni nello stesso anno, prima che PCI Express 4.0 fosse una realtà nei sistemi AMD Ryzen e viene utilizzato in combinazione con la memoria Toshiba TLC da 256 Gb a 64 strati che raggiunge le prestazioni previste di 3200 Mbps di larghezza di banda in lettura e fino a 3000 Mbps in scrittura. È un classico in questo formato, un classico per sempre perché ha formato alcune delle unità più solventi sul mercato.

Ha tutto ciò che ci aspettiamo da una buona unità moderna, inclusi 1 GB di memoria DDR4, 2 GB nel modello con capacità di 2 TB, con cui possiamo godere di eccellenti prestazioni di scrittura. Questa memoria viene utilizzata per velocizzare la registrazione della struttura di scrittura della cella e non è supportata dal sistema operativo.

Questo controller include la seconda generazione di Phison CoXprocessor, la terza generazione dell’unità LDPC e un processore di segnale di seconda generazione. A quel tempo era il meglio del meglio sviluppato attraverso un processo a 28 nm. Supporta fino a 8 canali di memoria Flash e fino a 32 Chip Enables (CE). Questo è ciò che rende possibile offrire capacità con questo controller, senza troppa perdita di velocità, con solo 256 GB di capacità, sebbene brilli nelle configurazioni più dense di 1 e 2 TB di capacità.

Specifiche tecniche di GoodRAM IRDM M.2 da 1 TB

GoodRAM sfrutta l’ampia versatilità di Phison E12 per offrire potenti unità di prestazioni per questa interfaccia a prezzi convenienti. Hai anche la possibilità di offrire varie capacità tra 256 e 2 TB di capacità. Si tratta infatti di un’unità che richiede una minore pre-allocazione di celle, consentendo di godere di una maggiore capacità reale.

In unità da 1 TB, come questa, di solito abbiamo 931 GB una volta che l’unità è stata formattata, in questo raggiungiamo 953 GB, permettendoci di avere ancora una certa capacità di posizionare le celle danneggiate come appaiono e sostituirle con celle in buone condizioni. I modelli fino a 512 GB utilizzano 512 MB di DRAM, 1 TB 1 GB e 2 TB aumentano fino a 2 GB di memoria DRAM.

Per quanto riguarda le prestazioni, i modelli da 1TB e 2TB sono quelli che mantengono le prestazioni nel modo appropriato e previsto per questo controller, questo è dovuto all’utilizzo di canali paralleli, che sono quelli che consentono lo sviluppo di tutte le prestazioni del controller. In breve, possiamo godere di velocità lineari fino a 3200 Mbps in lettura, 3000 Mbps in scrittura con potenze di elaborazione fino a 250.000 IOP in lettura e fino a 500.000 IOP in scrittura.

La configurazione della memoria più ampia consente inoltre a questa unità di fornire fino a 600 TB di durata, 600 TB di scrittura media prima del guasto, che è anche la garanzia dell’unità. GoodRAM ci offre due limiti di garanzia, o 5 anni, o questo limite di scrittura, da quel momento in poi l’unità non sarà più supportata.

Lo svantaggio, dal mio punto di vista, è che questa unità richiede una doppia faccia per sviluppare il suo pieno potenziale. Ciò significa che le unità di capacità da 1 e 2 TB posizionano chip di memoria Flash su entrambi i lati dell’unità e ciò limita la possibilità di installarlo in alcuni sistemi compatti, principalmente portatili.

GoodRAM aggiunge anche un piccolo dissipatore di calore in alluminio sul lato principale, dove sono installate quasi tutta la memoria e il controller, lasciando l’altro lato scoperto, ma con un carico termico inferiore poiché ci sono meno chip di memoria e memoria DRAM. Questo dissipatore di calore piatto in alluminio non ci impedisce di utilizzare altre soluzioni termiche più grandi sopra e infatti funge da base di contatto abbinata per questi tipi di soluzioni.

Avere un Formato M.2 Presa 3 con dimensioni 2280 e un’interfaccia PCI Express 3.0 con 4x che genera fino a 8GT che è più che sufficiente per le prestazioni dell’unità e che aumenta la compatibilità perché lo rende compatibile con prese di tipo M e B.

I suoi 4,9 watt di consumo nel modello da 1-2 TB, 4,2 W nel modello da 500 GB, scendono a soli 5 mW negli stati di inattività più profondi. Si alimenta, come tutto questo tipo di unità, tramite il rail 3.3v. Supporta temperature di lavoro fino a 85 gradi, molto più alte delle temperature che abbiamo rilevato durante i nostri test.

Per gestire l’unità possiamo utilizzare l’applicazione GoodRAM ottimale che ci permetterà di conoscere le prestazioni dell’unità, aggiornare il firmware, conoscere la vita utile che l’unità ha lasciato e ovviamente sapere se ha qualche problema nel suo funzionamento in modo da poter anticipare e non perdere i dati. Ha anche un’utilità per spostare i dati dalla nostra vecchia unità a quella nuova se quello che stiamo cercando è migrare su un’unità più grande e più veloce, o entrambi.

Caratteristiche tecniche del GoodRAM IRDM 1TB

  • Interfaccia: PCIe 3.0 × 4, NVMe 1.3c
  • Memoria Flash NAND: Toshiba 64L TLC
  • Dimensioni: M.2 2280-D2
  • Controllore: Phison E12
  • DRAM: SKHynix DDR4 da 1 GB
  • Lettura sequenziale (max, MB / s), 128 KB: 3200
  • Scrittura sequenziale (massimo, MB / s), 128 KB: 3000
  • Lettura casuale (max, IOPS), 4 KB QD32 T8: 250.000
  • Scrittura casuale (massimo, IOPS), 4 KB QD32 T8: 500.000
  • Byte totali scritti (TB): 600
  • Tempo medio tra guasti (MTBF, ore): 1.800.000
  • Garanzia limitata (anni): 5 anni
  • Consumo energetico in esercizio, medio (W): 4.9
  • Consumo energetico in idle PS3, medio (mW): 12
  • Modalità a basso consumo di corrente L1.2 (mW): 4
  • Temperatura interna di esercizio (° C): da 0 a 85

Non è la prima unità che abbiamo testato con questo tipo di controller, abbiamo già testato altre unità basate su questo controller e memorie, come il Corsair MP510 con una capacità di 1 TB, che è una delle mie unità preferite di tutti i tempi che uso ancora quotidianamente su alcuni dei nostri banchi di prova, o il Gigabyte Aorus RGB che abbiamo testato in una configurazione di capacità più lenta da 512 GB.

Un classico, per il bene

Non ci illuderemo, attualmente ci sono unità PCI Express 4.0 molto più veloci di questa, infatti, la stessa GoodRAM ha rilasciato una di queste unità insieme a quella che stiamo analizzando oggi, ma la nostra esperienza in passato con questo controller, e la nostra la nuova esperienza con questa unità conferma che questo controller è uno dei migliori che possiamo trovare con questa interfaccia, che produce unità veloci e di qualità e che è senza dubbio una soluzione economica ora.

Nei nostri test vediamo cosa ci si aspetta, senza sorprese su ciò che già sapevamo, e non è affatto male, ci ricorda che si possono ancora godere di unità economiche con un’interfaccia PCI Express 3.0 con capacità adeguate, i consumi previsti e una garanzia lunghissima con prezzi molto adeguati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *